Maradona, omicidio colposo
Maradona con il medico Leopoldo Luque (Twitter)

Caso Maradona: “il grassone sta avendo un infarto”

Buenos Aires, 1 febbraio 2021 – Nuove rivelazioni sulla morte di Diego Armando Maradona, avvenuta lo scorso 25 novembre. Il portale argentino “Infobae” ha diffuso degli audio whatsapp scambiati tra il dottor Leopoldo Luque, medico personale dell’ex Pibe de Oro, e altre persone, tra cui Augustina Cosachov, la psichiatra di Maradona. I due sono sotto indagine con l’accusa di omicidio colposo. Dagli audio trapelati viene fuori un atteggiamento singolare, considerato che un loro assistito stava per morire.

I discorsi sospetti dei due medici di Maradona

Gli audio di cui si parla si riferiscono infatti agli ultimi minuti di vita di Maradona. In particolare, ne spicca uno in cui Luque dice: “Pare che abbia avuto un arresto cardiorespiratorio e che stia per morire il grassone – avrebbe detto Luque a un contatto che gli chiedeva informazioni dopo le prime notizie apparse in tv – Non ho idea di cosa abbia fatto. Ci sto andando”. Luque ha poi scambiato degli audio e dei messaggi di testo con la Cosachov, la quale era già a casa di Maradona: “Ora è con i sanitari dell’ambulanza, lo stanno rianimando e lo intubano – raccontava la psichiatra -. Ma lo stavamo facendo da dieci, quindici minuti noi, perché l’ambulanza non arrivava. Siamo entrati nella stanza ed era molto freddo. Abbiamo iniziato a rianimarlo e lui si è ripreso un po’ e, diciamo, ha recuperato un po’ la temperatura corporea. Non ci dicono com’è la situazione. Me ne sono andata e non mi hanno detto niente”. E Luque risponde: “Così è. Abbiamo fatto quello che dovevamo, Agustina. La famiglia era a conoscenza di tutto. Sono pazienti così, molto difficili. Niente, ti chiedo solo che tu mi faccia sapere se vanno via, così io vado direttamente. Ovviamente, se sopravvive. Perché la situazione è complicata”.

Ricordiamo che il dottor Leopoldo Luque è anche il neurochirurgo che aveva operato Maradona qualche settimana prima della morte per un edema cerebrale. La Procura di San Isidro continua intanto ad analizzare il materiale sequestrato e nei prossimi giorni sia Luque che la Cosachov potrebbero essere risentiti. (Fonte ITALPRESS)

 

Caso Maradona: “el gordo le está dando un infarto”

Buenos Aires, 1 de febrero de 2021 – Nuevas revelaciones sobre la muerte de Diego Armando Maradona, ocurrida el 25 de noviembre. El portal argentino “Infobae” ha publicado un audio de whatsapp intercambiado entre el doctor Leopoldo Luque, médico personal del ex Pibe de Oro, y otras personas, entre ellas Agustina Cosachov, psiquiatra de Maradona.

Ambos están siendo investigados por cargos de asesinato. Del audio filtrado se desprende una actitud singular, teniendo en cuenta que uno de sus clientes estaba a punto de morir.

Los sospechosos discursos de los dos médicos de Maradona

El audio del que hablamos se refiere a los últimos minutos de vida de Maradona. En particular, destaca una en la que Luque dice: “Parece que ha tenido una parada cardiorrespiratoria y que el gordo va a morir – se dice que Luque se lo dijo a un contacto que le pidió información después de que aparecieran las primeras noticias en televisión-. No tengo ni idea de lo que hizo. Voy a ir allí”. Luque intercambió entonces mensajes de audio y texto con Cosachov, que ya estaba en la casa de Maradona: “Ahora está con los médicos de la ambulancia, le están reanimando e intubándo – dijo el psiquiatra -. Pero lo estábamos haciendo solos, porque la ambulancia no venía. Entramos en la habitación y hacía mucho frío. Empezamos a reanimarlo y se recuperó un poco y, digamos, recuperó un poco su temperatura corporal. No me dijeron cómo era la situación. Me fui y no me dijeron nada”. Y Luque responde: “Es cierto, hicimos lo que teníamos que hacer, Agustina. La familia lo sabía todo. Son tan pacientes, muy difíciles. Nada, solo te pido que me avises si se van, así me voy enseguida. Por supuesto, si sobrevive. Porque la situación es complicada”.

Recordamos que el doctor Leopoldo Luque es también el neurocirujano que había operado a Maradona unas semanas antes de su muerte por un edema cerebral. Mientras tanto, la Fiscalía de San Isidro continúa analizando el material incautado y en los próximos días tanto Luque como Cosachov podrían ser escuchados nuevamente. (Fuente ITALPRESS)

Leggi anche:

Maradona, falsificata la sua firma per eliminare la cartella medica dalla clinica

Indagato per omicidio colposo il medico privato di Maradona

Napoli si ferma alle 21 per ricordare Maradona. Un minuto di silenzio e poi un lungo applauso

Per Maradona si illuminano anche gli stadi salernitani, questa sere luci accese a Nocera Inferiore e Sarno

Maradona emoziona anche da lassù: dal Papa al mondo dello sport e dello spettacolo a quello della politica: tutti ricordano El Pibe de Oro

Morto Diego Armando Maradona: addio ad un grande del calcio mondiale

Argentina, Diego Armando Maradona è deceduto per infarto a 60 anni

Diego Maradona ricoverato in ospedale: le ultime

Maradona e l’astinenza, parla Matias Morla: “Il momento più difficile della sua vita”

Maradona, nueva mirada contra el racismo

L’ex Pibe de Oro mostra le natiche in un video. Maradona ancora una volta al centro di polemiche sui social.

 

Vedi Anche

Piano City Milano

Piano City Milano: le note del pianoforte invadono la città

Da venerdì 25 a domenica 27 giugno torna Piano City Milano, decima edizione del festival di pianoforte “cittadino” più atteso …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi