Panama: il Museo del Parco Archeologico di El Caño riapre le porte

Dichiarato nel 2018 patrimonio di interesse nazionale dal sindaco di Natá de los Caballeros, il Parco Archeologico El Caño dal 12 aprile 2019 ha un museo rinnovato, che fornirà ai visitatori uno sguardo scientifico sulla vita e la morte dei primi coloni di Coclé, sulla loro struttura sociale, i loro costumi funerari e la loro particolare cosmovisione.

Nel febbraio 2018 la Fondazione El Caño, un’organizzazione panamense formata dal gruppo di ricercatori responsabili della scoperta delle tombe della nobiltà di El Caño e degli scavi archeologici effettuati in questo luogo da dieci anni, ha iniziato a lavorare ad un progetto di recupero e riapertura del sito archeologico. Il Caño è una necropoli tradizionale del Gran Coclé costruita intorno al 700 e abbandonata poco dopo il 1000 d.C. Il team di ricerca lavora dal 2008 nell’area della necropoli riservata alla sepoltura di persone di alto livello, lavorando durante la stagione secca perché è in questo momento che si trovano le condizioni ambientali ottimali per poterlo fare. Le operazioni di scavo sono state possibili grazie ai fondi dell’Istituto Nazionale di Cultura (INAC), del Segretariato Nazionale di Scienza, Tecnologia e Innovazione (SENACYT), di privati, imprese locali e volontariato. La Fondazione El Caño e l’INAC, per più di un decennio, hanno lavorato per trasformare il Parco Archeologico El Caño in un sito dove l’archeologia, la conservazione delle scienze, i musei, il turismo e la comunità lavorassero insieme per rendere questo sito unico in America Centrale.

Il museo di El Caño

Il museo è diviso in un’anticamera e una sala espositiva, dove il pubblico può osservare un’esposizione documentaria permanente, sistematica, contestualizzata, didattica e mista (con reperti e repliche originali) proveniente dai reperti trovati nelle tombe del sito di El Caño, osservando le società precolombiane dell’istmo di Panama e la maniera in cui esse possono diventare un riferimento nell’elaborazione di teorie antropologiche sullo sviluppo del potere politico degli Stati nell’antichità. ”Abbiamo consegnato con il museo un prodotto di incalcolabile valore per la conoscenza della storia e delle antiche culture del nostro paese”, ha detto Julia Mayo, direttrice della Fondazione El Caño, che ha anche sottolineato come il Museo di El Caño mostri la società di Coclé come una necropoli complessa e ben strutturata con un’impressionante ricchezza culturale e tecnica, che rappresenta il culmine di un lungo processo di sviluppo economico, politico, sociale e religioso che ebbe inizio nella regione intorno al 500 d.C. La sua costruzione durò secoli (700 – 1000 d.C.).

INFO:

El Caño, Distrito de Nata Provincia de Coclé

Siti web: www.fundacionelcano.orgwww.inac.gob.pa

Mail: museoelcano@inac.gob.pa

Orari di apertura: da martedì a sabato ore 8.30 – 15.30

Biglietti: Adulti residenti B/. 3.00 – Stranieri B/. 5.00; studenti e pensionati B/. 1.00

 

Foto: Fundación El Caño 

 

Vedi Anche

Calenzano peruviani abiti rubati

Tre giovani peruviani trovati con auto piena di merce rubata

L’auto conteneva svariati abiti nuovi rubati dai negozi della zona di Calenzano nel fiorentino. Firenze …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi