Colomba, l’Onu chiede di bloccare la miniera che minaccia gli indigeni

Roma – 30 settembre 2020  – Il relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani e l’ambiente, David Boyd, ha chiesto alla Colombia di sospendere, almeno temporaneamente, le attività della miniera di carbone di El Cerrejn, nel sud-est del dipartimento di La Guajira, spiegando  che tale attività danneggia gravemente l’ambiente e la salute della popolazione indigena Wayúu. Il relatore ha spiegato che il fatto di respirare aria inquinata e la mancanza di accesso all’acqua potabile a causa delle attività minerarie aumenta il rischio di malattie per queste persone, e che durante la pandemia di coronavirus questa situazione può diventare una minaccia mortale. Nonostante la decisione giudiziaria emessa lo scorso dicembre che ordina alle autorità colombiane e ai proprietari della miniera di migliorare la qualità dell’aria e ridurre l’impatto dell’attività sulla comunità, l’esperto ha indicato che non sono state prese misure sufficienti per proteggere i membri della comunità Wayúu nella riserva indigena provinciale. 

Vedi Anche

Adil, Novara, Vizzolo Predabissi Camion

Morto sindacalista investito da un camion mentre manifestava

Non ce l’ha fatta, Adil Belakhdim, il sindacalista SiCobas travolto oggi da un camion che …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi