Colomba, l’Onu chiede di bloccare la miniera che minaccia gli indigeni

Roma – 30 settembre 2020  – Il relatore speciale delle Nazioni Unite sui diritti umani e l’ambiente, David Boyd, ha chiesto alla Colombia di sospendere, almeno temporaneamente, le attività della miniera di carbone di El Cerrejn, nel sud-est del dipartimento di La Guajira, spiegando  che tale attività danneggia gravemente l’ambiente e la salute della popolazione indigena Wayúu. Il relatore ha spiegato che il fatto di respirare aria inquinata e la mancanza di accesso all’acqua potabile a causa delle attività minerarie aumenta il rischio di malattie per queste persone, e che durante la pandemia di coronavirus questa situazione può diventare una minaccia mortale. Nonostante la decisione giudiziaria emessa lo scorso dicembre che ordina alle autorità colombiane e ai proprietari della miniera di migliorare la qualità dell’aria e ridurre l’impatto dell’attività sulla comunità, l’esperto ha indicato che non sono state prese misure sufficienti per proteggere i membri della comunità Wayúu nella riserva indigena provinciale. 

Vedi Anche

Basket Milano vince a Napoli

Basket: Milano vince a Napoli

Riparte il Campionato di basket di Serie A. Ottimo debutto della Pallacanestro Olimpia Milano che …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi