BOLIVIA: MINISTRO RIMUOVE A MARTELLATE UN BUSTO DI MORALES

BOLIVIA – 14 gennaio 2020 – Il ministro ad interim dello Sport della Bolivia, Milton Navarro, ha rimosso a martellate un busto dell’ex presidente Evo Morales che si trovava in uno stadio della città di Quillacollo, nella regione di Cochabamba. Navarro, con una risoluzione ministeriale, ha inoltre cambiato il nome dello stadio da «Centro polisportivo olimpico ‘Evo Morales’ di Quillacollo» a «Centro polisportivo olimpico di Quillacollo».
L’ex presidente boliviano Evo Morales ha reagito alle notizie riguardanti la distruzione di un busto che lo raffigurava  sostenendo che con questo gesto l’attuale governo di transizione vuole «far scomparire il movimento indigeno popolare». In due tweet l’ex capo dello Stato ha precisato che «paramilitari protetti dal governo ‘de factò hanno distrutto quel busto» ma «non potranno distruggere le migliaia di opere che realizzate con e per il popolo boliviano.  Infine Morales ha sottolineato che queste persone distruggono una rappresentazione della mia immagine, ma «non fanno lo stesso con le immagini del dittatore (Hugo) Banzer o del (presidente) neoliberare Victor Paz».

Vedi Anche

Addio a Hebe de Bonafini presidente delle madri di Plaza de Mayo

L’Argentina proclama tre giorni di lutto nazionale. Il ricordo di Papa Francesco BUENOS AIRES, 20 …