Mariana Veintimilla, un tocco di America Latina nella moda milanese

Un tocco di America Latina nella moda milanese, una donna che ha creduto in un sogno di bambina ed è arrivata ad affermarsi nella città della moda per eccellenza, Milano, cogliendone lo stile e l’eleganza, ma senza perdere il tocco di personale originalità e soprattutto lavorando con una spiccata sensibilità sui temi sociali, per oltrepassare le barriere che a volte l’alta moda crea attorno a sé. Nel 2017 ha dato vita alla Casa della Moda Multiculturale Milanese e tuttora organizza eventi di moda con vari stilisti, mantenendo sempre una forte attenzione al sociale, una caratteristica che l’ha portata negli anni a diventare Presidente per l’Italia e l’Europa della Commissione Iberoamericana dei Diritti Umani per l’America Latina e il Caribe. Nel febbraio scorso l’ultimo evento nella prestigiosa Sala Alessi del Comune di Milano, “Fashion Day: Sfiliamo per Abbattere i Pregiudizi”, alla presenza di diverse personalità istituzionali, come Beatrice Uguccioni Vice Presidente del Consiglio Comunale di Milano, Laura Specchio Presidente della Commissione Moda e Design del Comune di Milano e Massimo Restivo Vice Presidente di United Planet – ONU: un incontro tra modelle normodotate e diversamente abili in un’iniziativa sorprendente, ma molto apprezzata e di forte impatto per il fatto di parlare di moda mettendo al centro la disabilità.

Oggi sono di Mariana Veintimilla gli abiti che indossa Eradis Josende Oberto, speaker di Radio m2o e presentatrice ufficiale del Milano Latin Festival di Assago, la kermesse di musica e cultura latinoamericana che caratterizza da quasi trent’anni l’estate milanese (13 giugno-17 agosto per l’edizione 2019) e dove la stilista ecuadoriana ha realizzato la sua prima sfilata nel 2015, per promuovere una collezione contro la violenza di genere, facendo sfilare modelle che avevano subito violenze di vario genere.

Le origini, dal sogno alla realtà

Lourdes Mariana Veintimilla Casillas, nata nella città di Latacunga in Ecuador il 3 agosto 1966, proviene da una famiglia numerosa composta da dodici figli, di cui lei è la sesta. All’età di 13 anni, dopo la scuola media, Mariana si trasferisce a Quito, la capitale dell’Ecuador, dove inizia a creare abiti per le bambole della sua nipotina. Nel frattempo continua gli studi e dopo le superiori trova lavoro come controllo qualità nel campo della moda. Da quel momento intraprende la strada della moda, un percorso che sempre più l’appassiona e che le fa capire che quello sarà il suo lavoro in futuro. Mariana si trasferisce in Italia nel 1999 e trova un impiego come premier nell’alta moda milanese. Iniziano così i suoi primi passi nella moda milanese, con un suo Corner all’interno del negozio “La Rinascente” in Duomo. Nel corso degli anni Mariana costruisce la sua collezione, che tuttora è caratterizzata da semplicità, eleganza e da un tocco di originalità. Dopo la sua prima sfilata del 2015 al Milano Latin Festival, ha poi partecipato con le sue creazioni all’Expo 2015. Da quel momento è stato un crescendo di eventi nel mondo del fashion, che l’hanno vista partecipare nel 2016 a Miss Latina Italia, dove ha vestito tutte le partecipanti.

 

Vedi Anche

giornata internazionale del bambino

M.H.V.D festeggia la giornata internazionale del bambino

di Aurora Marcillo Ambato (Ecuador), 10 giugno 2021 – In occasione della celebrazione della Giornata …