Kvaradona
Kvaradona

Il Napoli torna a + 18

Per i posti in Champions è sempre più bagarre dopo la sconfitta dell’Inter. la Juve senza penalizzazione a sarebbe seconda in solitaria

di Donatella Swift

Spezia – Inter 2-1

In attesa di completare il turno contro il Porto in Champions , l’Inter impatta in una cocente sconfitta al Pico di La Spezia, a fronte di una partita in cui i giocatori nerazzurri hanno continuato ad attaccare, hanno sbagliato un rigore, e ne hanno segnato un altro, prima di subire il vantaggio definitivo da partdella squadra ligure. Tra gli spezzini si sono messi in evidenza Dragowsky, abile a parre il primo rigore a Lautaro ma anche in altre occasioni, e Daniel Maldini, autore del primo vantaggio. Nel finale Dumfries protagonista in positivo ed in negativo: dapprima si procura il rigore, poi segnato da Lukaku, e poi provoca lui stesso un rigore, quello decisivo, segnato da Nzola

Empoli – Udinese 0-1

L’Udinese torna alla vittoria dopo ben sei giornate e lo fa con un gol di Becao ai danni dell’Empoli, sua la rete di testa sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Terza sconfitta consecutiva invece per la squadra toscana, che però mantiene un buon margine dalla ona calda della retrocessione.

Napoli – Atalanta 2-0

Il Napoli trionfa in casa al Maradona, grazie ai gol di Kvaratskhelia, semplicemente meraviglioso il suo gol condito da cambi di piede “in corsa”, e di Rrahmani nella ripresa. Ben poca cosa quanto si è visto in campo da parte della squadra di Gasperini, mai veramente in partita. Ora i punti di distacco dall’Inter, sconfitta a La Spezia, salgono a 18, il Napoli sembra davvero volare verso la meta più ambita, e le saquadre alle spalle non sembrano proprio  tenere il passo dei partenopei, anche dal punto di vista atletico

Bologna . Lazio 0-0

I biancocelesti non riescono ad approfittare dello scivolone dell’Inter restando un punto indietro, dopo il pareggio a reti bianche a Bologna. I padroni di casa nel primo tempo si sono mostrati più pericolosi con Barroow e soprattutto con Ferguson, che ha colpito la traversa, cui ha risposto un0iniziativa di Luis Alberto. Nella ripresa Zaccagni e Vecino cercano di bucare la difesa rossoblù, ma il risultato resta di pareggio

Lecce – Torino 0-2

Con due reti di Singo e Sanabria il Torino sbanca lo stadio salentino, al termine di una gara che ha visto anche un accenno di rissa nel finale, con due espulsioni sulle panchine. Una vittoria quella dei granata molto importante in chiave Europa, raggiunto il settimo posto. Il Lecce invece perde la sua terza partita consecutiva

Cremonese – Fiorentina 0-2

La Fiorentina prosegue la sua striscia positiva andando a vincere sul campo dello Zini di Cremona con un perentorio 0-2 ottenuto grazie ai gol di Mandragora, nel primo tempo, e di Cabral, giunto al sesto gol nelle ultime sei partite.

Hellas Verona – Monza 1-1

E’ pareggio al Bentegodi tra i padroni di casa ed il Monza, con  le reti nel secondo tempo di Verdi e Sensi. Al Monza spetta anche il “premio” dei rimpianti per il gol annullato a Caprari, su fuorigioco attivo di Petagna, ed un’altra grande chance sprecata da Pessina.

Roma – Sassuolo 3-4

La Roma si fa sorprendere all’Olimpico dal Sassuolo e perde con un gol di scarto, annullando di fatto un’ottima occasione per salire al sesto posto. Per la squadra emiliana invece si tratta del terzo successo consecutivo. I Gol: inizia Laurientè con una  bella doppietta in appena cinque minuti, Zalewsky accorcia le distanze, ma Kumbulla vive un momento di sana follia a ridosso dell’intervallo: rosso e rigore per fallo su Berardi, che dal dischetto non sbaglia. Completano il quadro dei gol una magia di Dybala, al rientro, a seguire Pinamonti ed a chiudere Wijnaldum

Juventus – Sampdoria 4-2

Partita ricca di emozioni allo Stadium, con la Juventus subito in vantaggio con Bremer di testa, seguito dal raddoppio di Rabiot. La Juventus in un minuto cade in trance, e consente agli ospiti prima di accorciare con Augello e quindi di pareggiare con Djuricic. Nella ripresa Rabiot segna il vantaggio, gol forse viziato da iniziale fallo di mano non ravvisato, a chiudere Soulé

Milan – Salernitana 1-1

I rossoneri non vanno oltre il pareggio casalingo contro la Salernitana. Sotto una sorta di diluvio universale, soprattutto nel secondo tempo, il Milan ha cercato in ogni modo di vincere la partita, ma questa volta il gol di Giroud, arrivato nell’unico minuto di recupero concesso nel primo tempo, non è bastato. Una gara decisamente non facile per i rossoneri, che prima del gol hanno anche rischiato di andare in svantaggio, ma i riflessi di Maignan hanno evitato il peggio. Oltre al gol, Giroud alla mezz’ora aveva anche tentato una rovesciata incredibile finita oltre la traversa non di moltissimo. Nella ripresa pareggio di Dia, lasciato colpevolmente solo a centro area su cross di Bradaric. Il Milan ci riprova prima con Origi, su assist di Ibrahimovic , e poi con Florenzi, entrato al posto di Saelemaekers, Ochoa smanaccia sulla linea. Al 91′ ancora Ibrahimovic calcia e trova ancora il portiere pronto all’intervento. Il Milan resta al quarto posto.

 

 

Attiva le newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Vedi Anche

Amazzonia: maxi sequestro di mercurio nella riserva Yanomami

Colpo ai criminali gestori dell’estrazione mineraria in Brasile Amazzonia, 14 aprile 2024 – Le autorità …

×