Ritorna il campionato. Si ferma il Napoli

Milan, Juve e Inter accorciano la distanze dalla capolista

di Donatella Swift

Salernitana Milan 1-2 Il Milan centra l’obbiettivo di rimanere nella scia del Napoli e porta a casa i tre punti in palio all’Arechi, dominando di fatto la gara fino al’80’, grazie anche ai gol messi a segno nel primo tempo da Leao e Tonali, ma complicandosi la vita nel finale quando Bonazzoli accorcia le distanze e rimette in gioco la squadra amaranto, contando anche su un consistente recupero in stile Mondiali in Qatar di  ben 8 minuti. Ai rossoneri però va appuntato che hanno avuto a disposizione almeno altre 7 palle nitide, tra Giroud, De Keteleare ed altri, troppi errori sotto porta. Da dire che al Milan oggi mancavano ben 8 titolari,

Sassuolo Sampdoria 1-2 La Sampdoria apre bene l’anno andando a vincere sul campo del Sassuolo con gol di Gabbiadini ed Augello e concludendo in doppio vantaggio la prima frazione di gioco. Inutile in buona sostanza il rigore di Berardi nella ripresa. Un’ottima inezione di fiducia per la squadradi Stankovc che vince e convince.

Torino Hellas Verona 1-1 Dopo una caduta libera di dieci sconfitte consecutive, il Verona pareggia a Torino una gara che anche sul campo sancisce un sostanziale equilibrio tra le due squadre. Veronesi in vantaggio al 45′ con Djuric, cui risponde con un gran gol al 64′ Miranchuk

Spezia  Atalanta 2-2 Gli orobici pareggiano nel recupero al Picco grazie al sesto gol di Pasalic allo Spezia, una delle sue vittime preferite in carriera. I padroni di casa erano andati in vantaggio nel primo tempo grazie all’ottima sinergia di Gyasy  e Nzola, ma nella ripresa Hojlund aveva rimesso in gioco l’Atalanta, dopo l’annullamento della terza rete a Hampadu. Nel recupero il pareggio del croato. Tra i liguri è entrato anche il terzo portiere Zovko

Roma Bologna 1-0 Comincia bene anche l’anno della Roma che riesce a domare il Bologna di Thiago Motta con appena un goldi scarto, quello messo a segno da Pellegrini su rigore al 16′ del primo tempo, per fallo su Dybala di Lucumì. L’argentino e Zaniolo vanno anche vicino al raddoppio, e rischiano nel finale, a salvarli dal pareggio Abraham

Lecce Lazio 2-1 Inizia male l’annata della Lazio, costretta a capitolare in Salento sotto i colpi in rimonta di Strefezza e Colombo. I biancocelesti erano infatti andati in vantaggio dopo quasi un quarto d’ora grazie al solito gol di Immobile. Nella ripresa Di Francesco ha propiziato la rimonta dei salentini

Cremonese Juventus 0-1 Vittoria di misura della Juventus che al momento scaccia o quanto meno allontana le polemiche di fine anno relative alle plusvalenze. La zampata di Milik è arrivata proprio sui titoli di coda, al 91′ in pieno recupero, ma la Cremonese è stata anche parecchio sfortunata, tanto da colpire due pali  e vedersi annullare una rete a Valeri che aveva beffato con un pallonetto Szczesny

Fiorentina Monza 1-1 Pareggio della Viola che pure si era ritrovata in vantaggio nella prima metà del primo tempo con Cabral, ma dopo aver sprecato diverse occasioni si è vista raggiungere sul pareggio con Carlos Augusto. In campo si è rivisto anche Paolo Mari, dopo l’accoltellamento subito in un centro commerciale ad ottobre

Udinese Empoli 1-1 Non va oltre il pareggio l’Udinese in casa, prendendo gol dopo tre minuti da Baldanzi e rispondendo con Beto e Pereyra, senza peraltro sortire effetto. Il pareggio arriva nella ripresa, a venti dalla fine con Pereyra. Nel finale espulso l’empolese Akpa Akpro, ma i friulani non approfittano della superirotà numerica.

Inter Napoli 1-0 A San siro va in scena la gara che potrebbe riaprire le sorti del campionato. Di fronte Inter e Napoli, con il Napoli che nel lunch match ha visto vincere la sua prima inseguitrice, il Milan, sul campo della Salernitana, una delle sue prossime sfide. A deciderla sarà Edin Dzeko al 56′, che incorna con perfezione di movimento un preciso cross di Di Marco. Per Spalletti ed i suoi si tratta del primo ko della stagione. Inter non in grandissima forma, ma capace di imbastire bune trame offensive, senza finalizzarle. Lukaku sempre fuori dagli schemi in attacco, sostituito nel finale da Correa.

Vedi Anche

Alves trasferito in un carcere dotato di stanze Vip

Arrestato venerdì 20 gennaio avrebbe raccontato diverse versioni dei fatti. Dani Alves è accusato di …