Alberto Fedele
I soccorritori recuperano il corpo di Alberto Fedele

Perù, trovato il corpo di Alberto Fedele: ucciso da una frana

Il giovane cooperante di Pavia era scomparso lo scorso 4 luglio

Lima, 20 settembre 2022 – Sarebbe stata causata da una improvvisa caduta, o da una frana che lo ha investito, la morte in Perù del cooperante Alberto Fedele, partito per un’escursione il 4 luglio scorso verso il lago Juchuycocha, ai piedi del ghiacciaio Chicón nella provincia di Urubamba. L’autopsia realizzata ieri nell’obitorio centrale di Cusco dei resti di Fedele, rinvenuti sabato nel fondo di un burrone, ha appreso oggi l’ANSA da fonti vicine alla polizia locale, ha confermato che il decesso è stato causato da fratture multiple delle costole e da gravi lesioni ad organi vitali, fra cui il fegato.

Alberto Fedele durante la sua ascesa verso il ghiacciaio potrebbe essere scivolato per un cedimento del terreno, oppure essere stato spinto nel vuoto da una frana. Da parte sua l’agenzia di stampa peruviana Andina aveva assicurato che il cadavere, rinvenuto «in posizione di decubito laterale sinistro, con le gambe semi flesse, con una giacca a vento e uno zaino ancora sulle spalle» era senza ombra di dubbio quello di Fedele, «perché aveva un passaporto italiano con le sue generalità».

Vedi Anche

Perù, stato di emergenza per fuoriuscita pertolio in Amazzonia

Nella zona vivono 2500 indigeni Lima , 26 settembre 2022  – Il Perù ha dichiarato …