Ozuna live in Qatar per la finale dei Mondiali

Ma attorno alla canzone “Arhbo” nasce una polemica su sospetto plagio: il ritorenllo di Banana Joe film di Bus Spencer

Qatar, 17 dicembre 2022 – Manca solo un giorno alla gran finale della Coppa del Mondo FIFA 2022. La Francia cercherà di difendere il titolo contro l’Argentina. In vista del grande evento gli organizzatori dei Mondiali del Qatar hanno confermato una formazione di stelle per la cerimonia di chiusura. Gli organizzatori hanno invitato Davido e Aisha, Ozuna e Gims, Balqees e Rahma Riad.  Anche l’India sarà presente  con Nora Fatehi.

Arhbo  di Gims e Ozuna è una delle canzoni ufficiali dei Mondiali in Qatar 2022. Un mix tra trap e reggaeton dunque contraddistingue la Coppa del Mondo qatariota, affiancata, ossia ‘Hayya Hayya (Better Together)’ di Trinidad Cardona, cantante pop statunitense.

Sospetto plagio (da Fanpage.it)

La notizia riportata da Fanapage in un articolo di Marco Beltrami è una di quelle che potrebbe aprire la strada da una querelle infinita. E quando si parla di musica le querelle sono assicurate.  I Mondiali sono entrati nella fase finale e ci siamo ormai abituati ad ascoltare costantemente “Arhbo”, ovvero l’inno di Qatar 2022. La canzone ha accompagnato tutte le partite di questa particolare rassegna iridata, entrando nelle case anche di milioni di tifosi in tutto il mondo. A furia di ascoltarla c’è chi ha notato una particolare somiglianza tra questo pezzo e un altro, celebre per essere la colonna sonora di un film molto popolare in Italia.

Sembrano esserci infatti delle similitudini tra la canzone ufficiale della Coppa del Mondo, resa celebre da Ozuna e Maître Gims, e quella che è definita come una musica cult ovvero il pezzo celebre per aver accompagnato il film Banana Joe. La popolare pellicola di Steno del 1982  è uno dei più fortunati lavori dell’indimenticato Bud Spencer iconico attore italiano, scomparso nel 2016. Prodotto a braccetto da una casa di produzione italiana e una tedesca, il film ancora oggi riscuote successo.

E proprio dalla Germania, c’è chi ha ipotizzato un possibile plagio da parte di chi ha realizzato l’inno dei Mondiali in Qatar. Il ritornello, suona particolarmente familiare ai fan di Bud Spencer come si legge proprio sulla Bild. La colonna sonora di Banana Joe è stata realizzata dai fratelli Guido e Maurizio De Angelis, meglio conosciuti come “Oliver Onions”. Recentemente il pezzo è stato ripubblicato con la voce di Bud Spencer. Le loro canzoni sono diventate dei veri e propri cult proprio come i film. Basti pensare che Quentin Tarantino è un grandissimo fan delle stesse.

Stuzzicato sull’argomento l’esperto di musica ed ex amministratore delegato della Universal Tim Renner che al quotidiano tedesco ha parlato delle somiglianze tra le due canzoni in questi termini: “Potrebbe valere la pena di un controllo di plagio per gli autori originali. Può darsi che entrambe siano basate su una canzone popolare, sembra quasi così”.

Grandi dubbi in particolare sulla scelta musicale effettuata per l’inno dei Mondiali: “È stupefacente che sia stata scelta questa canzone, perché culturalmente ha tanto a che fare con il Qatar quanto lo jodel con Berlino. Comunque può diventare critico il fatto che più di tre accordi in fila siano identici. Inoltre, anche la disposizione è abbastanza correlata”. E secondo la Bild, gli Oliver Onions stanno facendo effettuare controlli specifici per capire se le accuse di plagio siano fondate o meno.

Attiva le newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Vedi Anche

Shakira

Shakira protagonista alla finale della Copa America

Domenica 14 luglio all’Hard Rock Stadium di Miami per la prima volta in assoluto lo …

×