stand Pininfarina

Milano Autoclassica: successo per il primo salone post lockdown

di Vittorio Solla

Lancia 037 stradale da 550 mila euro

Milano, 30 settembre 2020 – Se il lockdown ha cancellato i saloni delle automobili di tutto il mondo, non è riuscito a fermare Milano Autoclassica che si è tenuta, rispettando in pieno le regole anti-covid, alla Fiera di Milano/Rho. Milano Autoclassica ha visto partecipare numerosi espositori, venditori e collezionisti arrivati da tutto il globo, con una mostra/vendita di automobili davvero incredibile come ad esempio la presenza di una Lancia 037 stradale rossa in vendita alla modica cifra di 550mila euro. Per tutte le tasche e per tutti i gusti quindi l’esposizione ha visto arrivare nei giorni 25 26 e 27 settembre un incredibile affluenza di visitatori, interessati sia all’acquisto di una youngtimer per ampliare la propria collezione sia alle ultime novità dal mondo automobilistico. Si perchè a Milano Autoclassica erano presenti Pagani (noto costruttore di auto da sogno completamente in fibra di carbonio con sede nel cuore della Motor Valley italiana), Porsche con le sue ultime novità come la Tycan (berlina hybrid plug-in), Lamborghini che ha portato in esposizione l’intera gamma 2020 oltre che una fantastica 400 GT grigio scuro del 1967. La  Ferrari addirittura era presente anche con un simpatico simulatore che ha consentito ai presenti di vivere il brivido di guidare una F1. Splendida l’area dedicata all’esposizione di  vere leggende del rally degli anni ‘80-‘90 con le fantastiche Lancia Martini come la Stratos, la 037 e la Delta Integrale che ha conquistato per ben 6 volte il campionato mondiale rally. E infine Alpine che era presente per  mostrare al pubblico  l’ultimo modello l’Alpine A110S una vero peso piuma con la potenza di ben 292cv con molti richiami al passato, infatti, si sottolineava l’operazione nostalgia svolta dalla casa Francese per questo modello.

Pagani Hyuara alla stand Pagani

A Milano Classica Pininfarina ha colto l’occasione per celebrare i  90 anni della prestigiosa firma Torinese e in collaborazione con l’ASI ha messo in mostra capolavori del calibro di Ferrari 275 GTB, la Dino 206 GT, una Cadillac cabrio del 1987, Alfa Romeo spider  e prototipi esclusivi del come Ferrari Sergio (un omaggio a Pininfarina su base della 458), Alfa Romeo ‘’dueottanta’’ (su base della 8c)  e il famoso concept di nome H2 speed, inoltre a padroneggiare nello stand una fantastica scocca in alluminio completamente battuta a mano della Ferrari 250 GT berlinetta, passo corto, del 1959 di ModenArt.

Ma la fiera non è stata solo esposizione e vendita di fantastici gioielli ma anche di dibattiti e storie dell’automobilismo Italiano e non. Nel salotto di ASI, allestito per intrattenere nel settore motoristico storico, si sono tenute numerose presentazioni e talk show. Gli argomenti principali sono stati dedicati soprattutto  ai 90 anni di Pininfarina, alla Moto Guzzi a i 110 anni Alfa Romeo una carrellata di notizie aggiornamenti e curiosità sulle maggiori  case automobilistiche e motociclistiche Lombarde. In particolare per i 110 anni Alfa Romeo sono stati circa 20 gli incontri che hanno caratterizzato i giorni della fiera, dalle gare che hanno fatto la storia del motor sport, come la Targa Florio, alle moto, al mercato dei veicoli storici in particolare dopo  questo periodo di quarantena.

Alpine 100 s

Per finire con le premiazioni promosse da riviste come l’automobile e Ruoteclassiche, in particolare molto emozionante è stato ascoltare i racconti e il dibattito di due personaggi illustri legati alla storia dell Alfa Romeo; il diretto generale del Museo storico di Arese (aperto da soli 5 anni) e la figlia di un noto collezionista di Legnano che grazie al padre, che ha collezionato modelli particolari ricomprandoli dai propri clienti essendo titolare di una concessionaria, ha messo in piedi con fatica e passione un grande museo a livelli di quello di Arese. Un esperienza che ogni appassionati dovrebbe fare almeno una volta nella vita insomma, una fiera completa di tutto ciò che chiede un possessore di auto d’epoca.

Vedi Anche

green pass lavoratori 15 ottobre

Dal 15 ottobre obbligo green pass per qualsiasi lavoratore

Dalla pubblica amministrazione alle aziende private, dai liberi professionisti alle partite iva, il nuovo decreto …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi