La ricetta degli “scauratieddi” cilentani, dolci tipici di Natale

di Olga Marotta

Gli “scauratieddi” sono dei dolci tipici del Cilento, simbolo per eccellenza delle festività natalizie

Roccagloriosa – 20  dicembre 2020- Gli “scauratieddi o “zippuli scaurati”, sono dei dolcetti poveri della tradizione contadina, tra i più caratteristici della gastronomia cilentana. Questi dolci un tempo venivano preparati la sera della vigilia, per essere poi serviti il giorno di Natale. Oggi sono i protagonisti delle tavole in festa di tutto il mese di dicembre. Il termine “zippuli scaurati” si riferisce al procedimento di preparazione, “scaurati” cioè bolliti, e si distinguono dalle “zippule crisciute” cioè lievitate, che si fanno con acqua, farina e lievito.

La ricetta degli “Scauratieddi”.

Gli ingredienti sono pochi e semplici:

  • 400 gr di farina 00
  • 500 ml di acqua
  • La buccia di tre mandarini non trattati
  • Un mazzetto di rosmarino
  • Olio per friggere
  • Miele per guarnire
  • Un pizzico di sale

Procedimento:

In una pentola capiente portiamo ad ebollizione l’acqua con la buccia di mandarino e il rosmarino. Quando l’acqua ancora bolle, togliamo il rosmarino e le bucce di mandarino, aggiungiamo un pizzico di sale e la farina, a questo punto togliamo la pentola dal fuoco e mescoliamo energicamente, in modo da far assorbire l’acqua alla farina senza creare grumi.

 

Trasferiamo il composto ancora caldo sulla spianatoia unta con dell’olio, questo ci aiuterà ad impastare e a rendere il composto liscio ed omogeneo.

 

Quando il composto si sarà raffreddato diamo la forma agli “scauratieddi”

Prendiamo un pezzo del composto e lo stendiamo sulla spianatoia oliata e diamo alla striscia ottenuta la classica forma a fiocco.

 

 

Friggiamo gli scauratieddi in olio ben caldo facendo attenzione a farli dorare da ambedue i lati.

Condiamo con miele a piacere e serviamo.

 

Consigli:

  • Per ottenere degli scauratieddi più appetitosi tritate alcune bucce di mandarino in modo da rendere l’acqua di cottura più aromatica.
  • Usando la farina 00 si ottengono dei dolci più morbidi, per ottenere dei dolci più croccanti usate una miscela di farina composta da 200 gr di farina di semola e 200 gr di farina 0.

Per esaltarne il gusto degli scauratieddi potete usare del miele agli agrumi. Usate il miele di castagno invece se preferite creare un contrasto di sapori.

Vedi Anche

Gianni Morandi torna in gara al 72° Festival di Sanremo con il brano “Apri tutte le porte”

In diretta dal Teatro Duse di Bologna, Gianni Morandi ha tenuto una conferenza stampa in …