Colombia, rabbia e commozione per l’omicidio di Elias Gallindo, attivista di Colombia Humana

Medellin – Ha suscitato “commozione” ma anche indignazione l’omicidio dello storico e attivista politico Campo Elías Galindo, ritrovato morto dai familiari nella sua abitazione di Medellin, capitale del dipartimento settentrionale di Antioquia. Galindo, che aveva 69 anni, era professore dell’Universidad Nacional de Colombia e animatore della sezione locale del movimento di sinistra Colombia Humana. Secondo le prime ricostruzioni della polizia locale, l’accademico sarebbe stato ucciso da un colpo di arma bianca. Gli inquirenti non escludono alcuna pista: fra le ipotesi un furto finito nel sangue o un omicidio dal movente politico. Nella casa dell’attivista non sono stati ritrovati cellulare e computer. Secondo gli inquirenti l’uomo non aveva ricevuto minacce. In molti utenti dei social hanno ricordato le sue ricerche sulle connessioni, non sempre chiare, tra la politica colombiana e il conglomerato economico del Grupo Empresarial Antioqueño (Gea). Il sindaco di Medellin, Daniel Quintero, ha promesso giustizia e proposto una ricompensa da 20 milioni di pesos, poco più di 4.000 euro, a chiunque fornisca informazioni sull’omicidio. Secondo la Ong colombiana Indepaz, al 13 settembre erano 215 i leader di movimenti sociali assassinati in Colombia nel 2020.

Vedi Anche

Vice Ministra Sereni

Cuba, visita della vice ministra Sereni

Italia-Cuba: positivo lo stato delle relazioni bilaterali di Karin Jara L’Avana, 17 gennaio 2022 – …