Vetrina in Colombia per la filiera corta

BOGOTÀ – «L’Italia è riferimento obbligato a livello mondiale per le agrotecnologie»: lo ha assicurato Ricardo Jaramillo, presidente della giunta direttiva di ‘Expo Agrofuturò di Medellin in Colombia, spiegando la decisione di considerarla ‘Paese invitato per il 2019 alla manifestazione, che è una delle più importanti del settore in America latina. Intervistato dall’ANSA, Jaramillo ha spiegato che «l’Italia è un Paese che ha una forte vocazione agricola che ha raggiunto importanti risultati nel valore aggiunto e nello sviluppo di progetti a scala ridotta con molta produttività, temi che sono coerenti con le necessità che oggi ha la Colombia». Per questa ragione ben 38 imprese italiane saranno presenti a Medellin, seconda città colombiana per importanza, nella Fiera che si svolgerà fra il 18 ed il 20 settembre. La presenza di quasi 40 imprese italiane è stata resa possibile dal sostegno all’iniziativa di Ice, Ambasciata d’Italia, ministero dello Sviluppo economico, FederUnacoma, Macfrut, Regione Emilia Romagna e Unioncamere Emilia Romagna. Secondo gli organizzatori, ad ‘Expo Agrofuturò è attesa la partecipazione di 450 imprese e circa 20.000 visitatori, di cui 1.200 stranieri, mentre si realizzerà un giro di affari di circa 300 milioni di dollari (fonte ANSA).

Vedi Anche

Presidente della Camera Fico

Elezioni del Presidente della Repubblica: fumata nera

Si è conclusa la prima giornata di voto per le elezioni del Presidente della Repubblica …