Vetrina in Colombia per la filiera corta

BOGOTÀ – «L’Italia è riferimento obbligato a livello mondiale per le agrotecnologie»: lo ha assicurato Ricardo Jaramillo, presidente della giunta direttiva di ‘Expo Agrofuturò di Medellin in Colombia, spiegando la decisione di considerarla ‘Paese invitato per il 2019 alla manifestazione, che è una delle più importanti del settore in America latina. Intervistato dall’ANSA, Jaramillo ha spiegato che «l’Italia è un Paese che ha una forte vocazione agricola che ha raggiunto importanti risultati nel valore aggiunto e nello sviluppo di progetti a scala ridotta con molta produttività, temi che sono coerenti con le necessità che oggi ha la Colombia». Per questa ragione ben 38 imprese italiane saranno presenti a Medellin, seconda città colombiana per importanza, nella Fiera che si svolgerà fra il 18 ed il 20 settembre. La presenza di quasi 40 imprese italiane è stata resa possibile dal sostegno all’iniziativa di Ice, Ambasciata d’Italia, ministero dello Sviluppo economico, FederUnacoma, Macfrut, Regione Emilia Romagna e Unioncamere Emilia Romagna. Secondo gli organizzatori, ad ‘Expo Agrofuturò è attesa la partecipazione di 450 imprese e circa 20.000 visitatori, di cui 1.200 stranieri, mentre si realizzerà un giro di affari di circa 300 milioni di dollari (fonte ANSA).

Vedi Anche

Roma: nascondevano la coca nel seggiolone della figlia, arrestata coppia peruviana

In manette anche un cittadino cubano ai domiciliari: spacciava da casa Roma, 5 ottobre 2022 …