Marcos Efraín Montalvo Escobar, Colombia, reporter ucciso

Ucciso reporter in Colombia: Rsf chiede chiarezza

Reporter senza frontiere (Rsf) chiede un’indagine per il giornalista ucciso in Colombia con colpi di arma da fuoco, per ragioni non ancora note.

Tuluá, 22 settembre 2021 – Stava facendo acquisti nel quartiere Esperanza di Tuluá, Marcos Efraín Montalvo Escobar, 68 anni, giornalista colombiano, domenica 19 settembre, quando è stato raggiunto da diversi proiettili sparati da ignoti, perdendo la vita.

L’organizzazione Reporter senza frontiere (Rsf) ha chiesto un’indagine esaustiva sull’omicidio del reporter. «Era un giornalista esperto, conosciuto e riconosciuto per la sua professionalità. Nei suoi oltre 40 anni di carriera ha collaborato con numerose testate locali e nazionali». Secondo l’organizzazione, Valle del Cauca è considerata «una regione particolarmente pericolosa per la stampa» e per questo ha invitato le autorità «a evitare l’impunità in questo caso e in altri riferiti a giornalisti» nel dipartimento. «Esortiamo le autorità locali a svolgere un’indagine esaustiva sull’omicidio del giornalista Marcos Efraín Montalvo Escobar», ha affermato il direttore dell’ufficio di Rsf per l’America Latina, Emmanuel Colombié. «La vulnerabilità dei giornalisti che lavorano in Valle del Cauca è estremamente preoccupante. È imperativo che le autorità sia locali sia nazionali garantiscano la sicurezza di coloro che si dedicano all’informazione, il cui lavoro è vitale per la popolazione», ha aggiunto.

Reportero asesinado en Colombia: RSF pide claridad

Reporteros sin Fronteras (RSF) pide una investigación sobre el periodista asesinado a tiros en Colombia por razones aún desconocidas.

Tuluá, 22 de septiembre de 2021 – Marcos Efraín Montalvo Escobar, 68 años, periodista colombiano, se encontraba de compras en el barrio Esperanza de Tuluá el domingo 19 de septiembre, cuando fue alcanzado por varias balas disparadas por desconocidos, perdiendo la vida.

La organización Reporteros sin Fronteras (RSF) ha pedido una investigación completa sobre el asesinato del reportero. «Era un periodista experimentado, conocido y reconocido por su profesionalismo. En sus más de 40 años de carrera ha colaborado con numerosos periódicos locales y nacionales». Según la organización, el Valle del Cauca es considerado «una región particularmente peligrosa para la prensa» y por ello ha pedido a las autoridades «que eviten la impunidad en este caso y en otros casos denunciados a periodistas» del departamento. «Instamos a las autoridades locales a realizar una investigación exhaustiva sobre el asesinato del periodista Marcos Efraín Montalvo Escobar», dijo el director de la oficina de RSF para América Latina, Emmanuel Colombié. «La vulnerabilidad de los periodistas que laboran en el Valle del Cauca es sumamente preocupante. Es imperativo que tanto las autoridades locales como las nacionales garanticen la seguridad de quienes se dedican a la información, cuyo trabajo es vital para la población», agregó.

Vedi Anche

Nicky Jam: “Infinity Tour” arriva in Europa

Il 6 e 7 dicembre sarà in Spagna prima a Madrid e poi a Murcia …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi