Leonardo Yoel Vincens Ballena la vittima

Uccise il coniquilino perchè non pagava le spese: condannato a 15 anni

L’omicidio era avvenuto il 29 maggio 2019: Marcos Antonio Quispe Luyo aveva ucciso con una coltellata alla gola Leonardo Yoel Vincens Ballena

foto Corriere Romagna
Carabinieri sul luogo del delitto foto Corriere Romagna

Rimini, 11 novembre 2022 – Uccise con una coltellata alla gola il coinquilino che non voleva andarsene di casa e oggi è stato condannato a 15 anni e mezzo di reclusione. Il 31enne peruviano Marcos Antonio Quispe Luyo è stato giudicato colpevole questa mattina dal gup del Tribunale di Rimini, Manuel Bianchi che gli ha inflitto una pena minore rispetto ai 20 anni chiesti dal pubblico ministero, sconto dovuto alla scelta dell’imputato, difeso dagli avvocati Carlo Alberto Zaina e Monica Pozzi, del rito abbreviato.

I fatti risalgono al 29 maggio 2021: Leonardo Yoel Vincens Ballena, la vittima,  che era ospite in viale Lussemburgo a Miramare fu colpita a morte mentre dormiva profondamente nel letto dopo aver bevuto. Tre coltellate ua mortale alla gola.

Quispe aveva tentato di sviare le indagini dicendo ai carabinieri di aver trovato il coinquilino a terra vicino al bagno con la gola tagliata, ma dopo un serrato interrogatorio, Quispe confessò di non poterne più dell’amico perché non voleva contribuire alle spese per l’appartamento.

 

Vedi Anche

Alves trasferito in un carcere dotato di stanze Vip

Arrestato venerdì 20 gennaio avrebbe raccontato diverse versioni dei fatti. Dani Alves è accusato di …