vizcarra perù covid vaccino
L'ex presidente Martin Vizcarra con la moglie Maribel Díaz Cabello (ph elbùho.pe)

Perù: Vizcarra prima prende il vaccino e poi prende il Covid

Lima, 26 aprile 2021 – Si suole dire che “la ruota gira” o che “la fortuna è bendata”, chissà se è stato il caso dell’ex presidente del Perù, Martin Vizcarra, che dopo essersi fatto somministrare il vaccino anti Covid, approfittando della sua posizione politica per scavalcare la fila, ora risulta positivo al coronavirus. Insomma, sei mesi dopo quel colpo basso che ha sollevato un enorme polverone in Perù, il Vacunagate, e ha portato alle sue dimissioni, è lo stesso Vizcarra a dare la notizia su Twitter: «Nonostante le precauzioni prese per evitare di introdurre il virus a casa, io e mia moglie siamo positivi al Covid-19. La mia famiglia è in isolamento. Non abbassiamo la guardia».

Il contagio pare sia avvenuto proprio durante la settimana in cui Vizcarra è stato bandito dalla carica politica dal Congresso peruviano, per aver ricevuto impropriamente dosi del vaccino Sinopharm in ottobre, insieme a una cricca di privilegiati. Infatti, a febbraio si è scoperto che un gruppo di ben 470 persone erano state segretamente vaccinate contro il coronavirus, prima dell’inizio ufficiale della campagna di immunizzazione.

Lo scandalo Vacunagate

La scoperta di febbraio da parte degli inquirenti delle irregolarità nei vaccini nel governo peruviano, ha portato alle dimissioni del ministro della Salute, Pilar Mazzetti, e di quella degli Esteri, Elisabetta Astete. L’ex presidente Vizcarra aveva invece negato di essere stato vaccinato in modo irregolare, affermando che lui, suo fratello e sua moglie si sono offerti volontari per una sperimentazione clinica prima dell’inizio ufficiale della campagna di vaccinazione. Fatto smentito dal laboratorio che avrebbe dovuto fare questa sperimentazione.

Ad ogni modo, c’è da notare anche che questa notizia della positività di Vizcarra potrebbe far tornare la paura tra i peruviani sulla scarsa efficacia del vaccino cinese Sinopharm. Proprio in un momento in cui il Paese sta affrontando l’apice di una seconda ondata epidemica, alimentata da una variante originaria del Brasile. L’ultimo bilancio giornaliero del Perù ha portato il numero totale di morti a 59.440 dall’inizio della pandemia, mentre il numero totale di casi si attesta a oltre 1,7 milioni, su un totale di 33 milioni di abitanti.

Perú: Vizcarra primero toma la vacuna y luego toma Covid

Lima, 26 de abril de 2021 – Se dice que “la rueda gira” o que “la suerte tiene los ojos vendados”, quién sabe si fue el caso del expresidente de Perú, Martín Vizcarra, quien luego de haber recibido la vacuna Covid, Aprovechando su postura política para saltar la línea, ahora da positivo por coronavirus. En definitiva, seis meses después de ese golpe bajo que levantó un escándalo en Perú, el Vacunagate, y provocó su renuncia, el propio Vizcarra dio la noticia en Twitter: “A pesar de las precauciones tomadas para evitar introducir el virus en casa, mi esposa y yo somos positivos para Covid-19. Mi familia está en régimen de aislamiento. No bajemos la guardia».

El contagio parece haber ocurrido solo durante la semana en la que Vizcarra fue excluido de su cargo político por el Congreso peruano, por haber recibido indebidamente dosis de la vacuna Sinopharm en octubre, junto con una camarilla de privilegiados. De hecho, en febrero se descubrió que un grupo de 470 personas habían sido vacunadas en secreto contra el coronavirus, antes del inicio oficial de la campaña de inmunización.

El escándalo de Vacunagate

El descubrimiento en febrero por parte de los investigadores de las irregularidades de las vacunas en el gobierno peruano provocó la renuncia de la ministra de Salud, Pilar Mazzetti, y la de Relaciones Exteriores, Elisabetta Astete.

En cambio, el expresidente Vizcarra negó que hubiera sido vacunado de manera irregular, diciendo que él, su hermano y su esposa se ofrecieron como voluntarios para un ensayo clínico antes del inicio oficial de la campaña de vacunación. Esto fue negado por el laboratorio de que debería haber realizado este experimento.

Sin embargo, también cabe señalar que esta noticia de la positividad de Vizcarra podría devolver el miedo entre los peruanos sobre la escasa eficacia de la vacuna china Sinopharm. Justo en un momento en que el país se enfrenta a la cúspide de una segunda ola epidémica, alimentada por una variante originada en Brasil. La última cifra diaria de Perú elevó el número total de muertes a 59.440 desde el inicio de la pandemia, mientras que el número total de casos supera los 1,7 millones, de un total de 33 millones de habitantes.

Vedi Anche

green pass lavoratori 15 ottobre

Dal 15 ottobre obbligo green pass per qualsiasi lavoratore

Dalla pubblica amministrazione alle aziende private, dai liberi professionisti alle partite iva, il nuovo decreto …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi