Perù, a luglio riapre il Machu Picchu ma a ranghi ridotti

Lima, 18 giugno 2020 . – Il Machu Picchu riaprirà le porte ai turisti da luglio ma a ranghi ridotti. Nel sito storico peruviano saranno ammessi solo 675 visitatori al giorno, un quarto del numero usuale, per rispettare il distanziamento sociale e le altre misure anti-coronavirus, ha spiegato Jean Paul Benavente, governatore della regione di Cusco. Le guide potranno gestire gruppi di massimo sette visitatori e saranno obbligatorie le mascherine. La riapertura di luglio dipenderà dalla revoca del lockdown in vigore da metà marzo. I turisti peruviani potranno riprendere a viaggiare a luglio o agosto ma non è stata ancora presa nessuna decisione sulla riapertura dei confini, lasciando nel dubbio quando potranno tornare i turisti stranieri. Prima della pandemia, il Machu Picchu faceva 2 mila-3 mila turisti al giorno, con picchi di 5 mila in alta stagione; a Cusco, le visite al sito archeologico e il suo indotto valgono 100 mila posti di lavoro.

Vedi Anche

Mohicani

Boomdabash, Baby K, Mohicani. L’estate è arrivata

Mohicani, il tormentone dell’estate 2021, un successo annunciato che ricorda la Gozadera Milano, 22 giugno …