Perù, a luglio riapre il Machu Picchu ma a ranghi ridotti

Lima, 18 giugno 2020 . – Il Machu Picchu riaprirà le porte ai turisti da luglio ma a ranghi ridotti. Nel sito storico peruviano saranno ammessi solo 675 visitatori al giorno, un quarto del numero usuale, per rispettare il distanziamento sociale e le altre misure anti-coronavirus, ha spiegato Jean Paul Benavente, governatore della regione di Cusco. Le guide potranno gestire gruppi di massimo sette visitatori e saranno obbligatorie le mascherine. La riapertura di luglio dipenderà dalla revoca del lockdown in vigore da metà marzo. I turisti peruviani potranno riprendere a viaggiare a luglio o agosto ma non è stata ancora presa nessuna decisione sulla riapertura dei confini, lasciando nel dubbio quando potranno tornare i turisti stranieri. Prima della pandemia, il Machu Picchu faceva 2 mila-3 mila turisti al giorno, con picchi di 5 mila in alta stagione; a Cusco, le visite al sito archeologico e il suo indotto valgono 100 mila posti di lavoro.

Vedi Anche

Perù, mostra fotografica, Italia

“I volti del Perù in Italia”. Una Mostra fotografica per il bicentenario del Perù

Una mostra fotografica dell’artista Francesco Allegretti per celebrare il bicentenario del Perù Milano, 24 settembre …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi