Legalmente parlando con l’Avv. Luigi Della Sala: Il Reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata

Il Reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata

Avv. Luigi Della Sala

Milano, 18 aprile 2024 – Il reato di attività di gestione di rifiuti non autorizzata, previsto dall’art. 256 del Dlgs 152/2006, prevede che: “chiunque, effettua un attività di raccolta, trasporto, recupero, smaltimento, commercio ed intermediazione di rifiuti in mancanza della prescritta autorizzazione, iscrizione o comunicazione…Il reato si realizza nel momento in cui si viene meno all’obbligo di fornire rispettare le prescrizioni ed autorizzazioni di specie.

Il reato è individuato come reato di pericolo, sicché la valutazione in ordine all’offesa del bene giuridico protetto va retrocessa la momento della condotta.

Quali comportamenti ricadono nel reato di gestione di rifiuti non autorizzata?

Nel caso in cui un soggetto, in mancanza delle prescritte autorizzazioni, realizzi e gestisca una discarica destinata a smaltire, anche in parte, rifiuti speciali pericolosi, come anche anche l’abbandono di rifiuti alla rinfusa e non per categorie omogenee, in fatti esclude la configurabilità del deposito temporaneo ed p invece un indice preciso della configurabilità della abusività della discarica.

Come si procede nel caso di reato di gestione di rifiuti non autorizzata?

  • querela della persona con dettagliata ricostruzione del luogo dell’avvenuto reato.
  • di ufficio per tutti i reati ambientali.

Chi sono i soggetti?

  • il soggetto attivo: chiunque possa commettere questo tipo di reato e, quindi, tutti gli esseri umani dotati della capacità penale.
  • il soggetto passivo –la vittima- la persona destinataria di mezzi di sussistenza.

Quali sono le conseguenze nel caso di reato di gestione di rifiuti non autorizzata?

La violazione che ricorrono in caso di accusa di reato di gestione di rifiuti altrui non autorizzata comporta pene dell’arresto fino ad anni due oltre l’ammenda.

In caso di denuncia di reato di gestione di rifiuti non autorizzata.

Nel caso in cui si è accusati di reato di gestione di rifiuti non autorizzata è opportuno farsi assistere da un legale di fiducia esperto in Diritto Penale.

Per qualsiasi approfondimento potrete contattare l’avv. Luigi della Sala tramite email studiolegaleassociatolds@gmail.com o chiamando al +39 348 778 2956

spagna

El delito de actividad no autorizada de gestión de residuos

Milán, 18 de abril de 2024 – El delito de gestión no autorizada de residuos, previsto en el art. 256 del Decreto Legislativo 152/2006, establece que: “toda persona realiza una actividad de recogida, transporte, recuperación, eliminación, comercio e intermediación de residuos en ausencia de la autorización, registro o comunicación requerida… El delito se produce cuando menos que la obligación de suministrar y cumplir los requisitos y autorizaciones específicas.

El delito se identifica como un delito de peligrosidad, por lo que la valoración respecto de la lesión del bien jurídico protegido debe posponerse al momento de la conducta.

¿Qué conductas se tipifican como delito de gestión no autorizada de residuos?

En el caso de que una persona, en ausencia de las autorizaciones requeridas, cree y gestione un vertedero destinado a la eliminación, aunque sea parcial, de residuos especialmente peligrosos, así como al abandono de residuos a granel y no en categorías homogéneas, en De hecho, excluye la configurabilidad del depósito temporal y es, en cambio, un índice preciso de la configurabilidad de la ilegalidad del vertedero.

¿Cómo proceder en caso de delito de gestión no autorizada de residuos?

  • denuncia de la persona con reconstrucción detallada del lugar del crimen.
  • del cargo para todos los delitos ambientales.

¿Quiénes son los sujetos?

  • El sujeto activo: todo aquel que pueda cometer este tipo de delito y, por tanto, todo ser humano con capacidad delictiva.
  • el sujeto pasivo – la víctima – la persona que recibe los medios de subsistencia.

¿Cuáles son las consecuencias en caso de delito de gestión no autorizada de residuos?

La infracción que se produce en caso de imputación del delito de gestión no autorizada de residuos ajenos conlleva pena de prisión de hasta dos años además de la multa.

En caso de denuncia de delito de gestión no autorizada de residuos.

Si se le imputa el delito de gestión no autorizada de residuos, es recomendable ser asistido por un abogado de confianza experto en Derecho Penal.

Para cualquier información adicional puede contactar con el abogado Luigi della Sala a través del correo electrónico studiolegaleassociatolds@gmail.com o llamando al +39 348 778 2956

Attiva le newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Vedi Anche

Caso del falso testamento di Berlusconi: arrestato in Colombia Marco Di Nunzio

Le manette scattate per altri falsi commessi all’estero Colombia, 23 maggio 2024 – È stato …

×