La comunità peruviana piange la scomparsa di Javier Chunga in prima linea per l’emergenza Covid

di Erika Flores

La comunidad peruana llora la pérdida de un ángel en primera línea por la emergencia Covid: Javier Chunga

Como 21 agosto 2020 – La conmoción es fuerte cuando nos deja uno de los ángeles en bata blanca que enfrentaron en primera línea la guerra al Covid. En estos días es la grande comunidad peruana a ser afectada de un luto por el fallecimiento de Javier Chunga que después de tres meses de ventilación artificial murió en el Hospital San Gerardo de Monza. Javier Chunga, enfermero de 59 años de origen peruano, que trabajaba en la unidad de cuidados intensivos del Valduce de Como era uno de los héroes en bata blanca que discretamente curó a los enfermos de Covid hasta que, en mayo, se enfermó él también y fue curado por veinte días en éste hospital antes del traslado a la terapia intensiva del San Gerardo. <<Uno de los nuestros – explicó a la Provincia de Como Mario Guidotti, jefe de neurología del Valduce – que luchó en primera línea».

La comunidad peruana y toda la comunidad latinoamericana milanesa ya habían sido afectadas por la muerte de Miguel Angel Pachas, de 53 años, ángel del departamento de radiología del Instituto Clínico Città Studi, también víctima del virus.

Leggi anche…  Miguel Angel Pachas non ce l’ha fatta.

 

Infermiere di 59 anni di origini peruviane, che lavorava nel reparto di terapia intensiva del Valduce di Como

Como . 21 agosto 2020 – La commozione è forte quando ci lascia uno degli angeli in camice bianco che hanno fronteggiato in prima linea la guerra al Covid. In questi giorni è la grande comunità peruviana ad essere colpita da un lutto  per la scompara di Javier Chunga che dopo tre mesi di ventilazione artificiale è morto all’ospedale San Gerardo di Monza.  Javier Chunga, infermiere di 59 anni di origini peruviane, che lavorava nel reparto di terapia intensiva del Valduce di Como era uno degli eroi in camice bianco che silenziosamente ha curato i malati di Covid fino a quando, a maggio, si è ammalato anche lui ed è stato curato per una ventina di giorni nel suo ospedale prima del trasferimento alla terapia intensiva del San Gerardo. «Uno dei nostri – ha spiegato alla Provincia di Como Mario Guidotti, primario di neurologia del Valduce – che si è battuto in prima linea».

La comunità peruviana era state già colpita da un lutto per la  scomparsa di Miguel Angel Pachas, 53 anni, angelo del reparto di Radiologia dell’Istituto clinico Città Studi, anche lui vittima del virus. 

Leggi anche…  Miguel Angel Pachas non ce l’ha fatta.

 

 

Vedi Anche

peruviani rissa milano

Weekend di risse tra giovani peruviani ed ecuadoriani

Due episodi all’alba di domenica, uno a Firenze ed uno a Milano. Coinvolti giovani sui …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi