Inflazione

Inflazione, ottobre chiuso al 23,8%: difficoltà in Venezuela

L’avvento della pandemia nel mondo non ha fatto solo danni dal punto di vista affettivo e sanitario ma anche dal punto di vista economico. Un attacco forte che ha messo ancora di più a nudo tutte le difficoltà che stavano provando ad affrontare i vari Paesi, facendo crescere ulteriormente quel tasso che tutti i governi provano annualmente a tenere sotto controllo: l’inflazione. Una delle bestie nere che i vari Paesi tentano di tenere sotto controllo, alternando misure di politica economica espansive con quelle restrittive. Soluzioni differenti che però non sempre, soprattutto durante una pandemia come sta accadendo in Venezuela, non sempre portano a delle soluzioni nel breve o medio periodo.

Inflazione, ottobre nero per il Venezuela

Se il Cile dal canto suo può festeggiare per un tasso di disoccupazione migliore rispetto al precedente trimestre, il Venezuela non potrà sicuramente brindare per il tasso d’inflazione registrato nel mese di ottobre. Secondo quanto viene riportato dai quotidiani locali, l’Osservatorio venezuelano delle finanze dell’Assemblea Nazionale, h riferito che l’inflazione di ottobre è del 23,80%, mentre il tasso inter-annuale ha superato il 3,332%.

Per quanto concerne l’inflazione accumulata, rispetto ad inizio 2020 ha raggiunto il 1.798,57%. A tal proposito, il parlamento venezuelano ha informato che, i dati sull’inflazione relativi al mese di ottobre 2020, mostrano un sostanziale aumento della crisi economica in Venezuela.

Secondo i dati dell’Assemblea nazionale, per il terzo trimestre del 2020 hanno indicato che l’attività economica è diminuita del 50,44%, con i settori petrolifero, manifatturiero e commerciale i più colpiti nel Paese. In base a tali dati, gli esperti hanno avvertito che non ci sono segni di ripresa nell’economia venezuelana. La pandemia e la crisi economica nel Paese hanno aggravato la situazione dei venezuelani, che si stanno preparando per delle insolite festività natalizie.

Dunque, Coronavirus o no, Paesi come il Venezuela dovranno trovare delle soluzioni alternative per ridurre il tasso d’inflazione nel medio periodo, dando nuovo impulso a piccole e medie imprese altrimenti, i risultati dei prossimi sei mesi, saranno sicuramente molto più allarmanti di quelli illustrati nell’ultimo periodo.

 

 

Inflación, octubre cerró en 23,8%: dificultades en Venezuela

 

El advenimiento de la pandemia en el mundo no solo ha causado daños desde el punto de vista emocional y de salud, sino también desde el punto de vista económico. Un fuerte ataque que ha expuesto aún más todas las dificultades que los distintos países estaban tratando de afrontar, aumentando aún más la tasa que todos los gobiernos intentan controlar cada año: la inflación. Una de las bestias negras que los distintos países intentan mantener bajo control, alternando medidas de política económica expansivas y restrictivas. Diferentes soluciones que, sin embargo, no siempre, especialmente durante una pandemia como ocurre en Venezuela, no siempre conducen a soluciones en el corto o mediano plazo.

Inflación, octubre negro para Venezuela

 

Si Chile, por su parte, puede celebrar una tasa de desempleo mejor que en el trimestre anterior, Venezuela ciertamente no podrá brindar por la tasa de inflación registrada en octubre. Según diarios locales, el Observatorio Venezolano de Finanzas de la Asamblea Nacional informó que la inflación en octubre fue de 23,80%, mientras que la tasa interanual superó el 3,332%.

En cuanto a la inflación acumulada, respecto a inicios de 2020 alcanzó el 1.798,57%. Al respecto, el parlamento venezolano informó que los datos de inflación del mes de octubre de 2020 muestran un aumento sustancial de la crisis económica en Venezuela.

Según datos de la Asamblea Nacional, para el tercer trimestre de 2020 indicaron que la actividad económica disminuyó en un 50,44%, siendo los sectores petrolero, manufacturero y comercial los más afectados en el país. Con base en estos datos, los expertos han advertido que no hay señales de recuperación en la economía venezolana. La pandemia y la crisis económica en el país han agravado la situación de los venezolanos, que se preparan para las inusuales vacaciones navideñas.

Entonces, con coronavirus o no, países como Venezuela tendrán que encontrar soluciones alternativas para reducir la tasa de inflación en el mediano plazo, dando un nuevo impulso a las pequeñas y medianas empresas de lo contrario, los resultados de los próximos seis meses seguramente serán mucho más alarmantes que esos. ilustrado en el último período.

Vedi Anche

Ricky Martin x Paloma Mami

Ricky Martin & Paloma Mami e il loro “Que Rico Fuera “.

Ora disponibile in formato digitale “Qué Rico Fuera” (Sony Music) Milano 14 giugno 2021 – …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi