Perù morti covid
Foto: Gestion

Il Perù è il paese con il maggior numero di morti per Covid nel mondo

In un confronto, è stato rivelato che il Perù ha più del 100% di morti per Covid-19 rispetto a prima della pandemia, seguito da Ecuador, Nicaragua, Bolivia, Messico, Azerbaigian, Kazakistan, Brasile, Colombia, tra gli altri.

dal nostro corrispondente in Perù, Steven Rodriguez

Lima, 10 aprile 2021 – Giovedì 8 aprile, il Paese Inca ha registrato il più alto numero di morti mai registrato nella pandemia, non solo a livello nazionale, ma anche nel mondo, ha evidenziato il rinomato quotidiano “Financial Times”, risultando il paese più colpito dalla pandemia.

Come è noto, l’America Latina è il continente più colpito per eccesso di morti, con il Perù che ha un record di 4000 morti per milione di abitanti.

In questo elenco di paesi con il maggior numero di decessi dovuti a Covid-19, ci sono, tra gli altri, Bulgaria, Messico, Bolivia, Repubblica Ceca, Russia, Serbia, Sud Africa e Ecuador.

In una recente analisi sono stati registrati solo a Lima, il triplo del numero di morti rispetto al solito, arrivando a oltre 4.000 morti a settimana causa Covid-19.

Al momento si registrano quasi 500 morti giornaliere solo nella capitale Lima, 350 morti in più rispetto a prima della pandemia. Nella notte di mercoledì, il Ministero della Salute ha segnalato 314 morti a livello nazionale, il numero più alto dell’intera pandemia.

L’istituto Sinadef ha riferito che dall’inizio della pandemia, la capitale peruviana ha registrato 81.000 morti in eccesso, rispetto al 2019 dove ne sono state registrate 36.759, cioè il 220% in più.

Le cause di questo dato allarmante sarebbero la somma di tre fattori, tra cui la revoca dell’estrema quarantena e le restrizioni a livello nazionale, principalmente a Lima, la città più colpita, l’attivazione di ristoranti, centri commerciali, palestre, ecc. così come i giorni di Pasqua, dove molte persone hanno deciso di viaggiare dopo la revoca delle restrizioni ai trasporti a livello nazionale, per godersi qualche giorno di distrazione in mezzo alla pandemia.

A tutto ciò si aggiunge la variante brasiliana, che è già nelle terre Inca e ha seriamente compromesso il settore sanitario, che è crollata ed è senza un solo letto di terapia intensiva, con pochissime bombole di ossigeno e la grande richiesta di palloncini di ossigeno da parte di chi lotta per salvare la vita dei propri cari, lasciando questo paese sommerso dall’incertezza e dalla morte.

Perú es el país con más muertes por Covid del mundo

En una comparativa, se reveló que Perú tiene más de 100% de muertes por Covid – 19 que antes de la pandemia, seguido por Ecuador, Nicaragua, Bolivia, México, Azerbaijan, Kazakhstan, Brasil, Colombia, entre otros.

por nuestro corresponsal en Perú, Steven Rodríguez

Lima, 10 de abril de 2021 – Jueves 08 de Abril, el país incaico registró la mayor cantidad de fallecidos jamás registrada en lo que lleva la pandemia, no sólo a nivel nacional, sino que también del mundo resaltó el reconocido diario “Financial Times”. Siendo el país más afectado por la pandemia.

Como se ha dado a conocer, América Latina es el continente más afectado en exceso de muertes, teniendo Perú, un registro de 4000 muertes por millón de habitantes.

En esta lista de países con mayor número de muertes a causa de la Covid–19, están Bulgaria, México, Bolivia, República Checa, Rusia, Serbia, Sudáfrica, Ecuador, entre otros.

Según las estadísticas, se registraron, sólo en Lima, el triple de muertes con respecto a lo habitual, llegando a más de 4000 muertes a la semana causadas por la Covid–19.

Actualmente se registran casi 500 muertes diarias sólo en la capital, Lima, 350 más fallecidos que antes de la pandemia. Durante la noche del Miércoles, el Ministerio de Salud reportó 314 fallecidos a nivel nacional, siendo esta la cifra más alta de toda la pandemia.

El instituto Sinadef, comunicó que desde el inicio de la pandemia, la capital peruana registra 81 000 muertes en exceso, en comparación al 2019 donde se contabilizaron 36 759, es decir, 220% más.

Las causantes de esta alarmante cifra serían la suma de tres factores, entre los que se encuentra el levantamiento de la cuarentena extrema y las restricciones a nivel nacional, principalmente en Lima, la ciudad más afectada, la activación de restaurantes, centros comerciales, gimnasios, así como los días de semana santa, en donde numerosas personas decidieron viajar tras el levantamiento de las restricciones de transporte a nivel nacional, para gozar de unos días de distracción en medio de la pandemia.

Todo esto sumado a la variante Brasilera, la cual se encuentra ya en tierras incaicas y ha comprometido gravemente al sector salud, colapsado y sin una sola cama UCI, con muy pocas plantas de oxígeno y la gran demanda de balones de oxígeno por parte de quienes luchan por salvar la vida de sus seres queridos, dejando a este país sumergido en incertidumbre y muerte.

Vedi Anche

pesto di pistacchi, calamari, paccheri

Le ricette di Olga: paccheri rigati con gamberi, pesto di pistacchi e prezzemolo

Primo piatto facile da preparare dal sapore corposo e delicato al tempo stesso. Roccagloriosa, 25 …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi