Esma patrimonio dell’Unesco

Esma diventa patrimonio dell’Unesco, Per il museo della memoria di Buenos Aires diventa un riconoscimento molto importante delle politiche dei diritti umani dell’Argentina

di Mara De Gaetano

Riad, 22 settembre 2023 – In seguito alla votazione unanime del Comitato permanente, riunitosi a Riad, in Arabia Saudita, l’ESMA, il Museo della Memoria di Buenos Aires, è entrato con merito a far parte del patrimonio dell’Unesco.

La notizia è stata accolta con grande gioia da “Le Nonne di Plaza de Mayo”, organizzazione argentina che da decenni si impegna nella ricerca di bambini, figli di donne torturate e uccise nel corso della dittatura tra il 1976 ed il 1983. Una volta sottratti alle loro madri, questi bambini venivano poi venduti o affidati a persone sconosciute, costretti a cambiare per sempre la propria identità.

Il Museo della Memoria, costituito nel centro storico di Buenos Aires nella ex Scuola di Meccanica della Marina, ESMA per l’appunto, divenne un vero e proprio centro di tortura e dittatura e, ad oggi, è il primo sito della memoria facente parte dei luoghi protetti dall’Unesco.

La presidente e portavoce delle “Nonne”, l’italo-argentina Estela de Carlotto, ha definito questa nomina “un riconoscimento dei patti democratici costruiti dal nostro popolo, durante questi 40 anni di democrazia, il periodo più lungo senza oppressione della nostra storia, e della certezza del Nunca Màs (Mai più)”.

Il museo fu inaugurato nel 2015, sotto la presidenza di Cristina Fernàndez de Kirchner, oggi vicepresidente, la quale ha espresso grande soddisfazione per il traguardo raggiunto.

Attiva le newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Vedi Anche

Legalmente parlando con l’Avv. Luigi Della Sala: Il reato di porto abusivo di bomboletta di spray al peperoncino, cos’è e quando si commette?

Il reato di porto abusivo di bomboletta di spray al peperoncino, cos’è e quando si …

×