Dallara Stradale Club Italia

Il  16 novembre scorso in occasione del 84 esimo compleanno dell’ingegnere Gian Paolo Dallara è stata presentata una versione speciale della sua creatura, la Dallara Stradale per l’appunto, sportiva due posti con motore centrale/posteriore.

Sto parlando della Dallara Stradale Club Italia realizzata in soli 10 esemplari,  dalla numero 201 alla 210, questi sono i numeri di telaio dei fortunati futuri possessori di questo gioiello nato nella terra dei motori italiana. Questo esemplare in edizione limitata dalla livrea blu e lo scudetto Club Italia è proprio come tutti i prodotti made in Italy del Club Italia che abbiamo visto in passato, modelli come la Lancia Delta integrale (1992), la Fiat Barchetta (1998), l’Alfa Romeo 4c di soli 17 esemplari nel 2015 e la Ducati Monster  900 (1995) oppure la nuovissima Ducati scrambler.

Le modifiche non hanno stravolto il progetto originale, al primo sguardo saltano all’occhio la finizione della carrozzeria in fibra di carbonio a vista in tinta blu, l’alloggiamento dei gruppi ottici, i gusci degli specchi retrovisori  e l’areo device anch’essi in fibra di carbonio a vista, il disegno della griglia adesso caratterizzato da elementi esagonali cosi come le griglie del radiatore e del cofano motore.

Dallara Stradale Club Italia negli interni, rispetto alla versione normale troviamo rifiniture esclusive come rivestimenti in ecopelle il richiamo del tricolore sul cruscotto, una nuova grafica di avviamento per la dashboard, le nuove  manopole del clima, la targhetta identificativa e la firma di Gian Paolo Dallara.

Nella Club Italia non vi sono modifiche strutturali, ma pur sempre valide già dall’idea originale, il telaio è una monoscocca in fibra di carbonio sviluppato con la tecnologia pre-preg, come le vetture di formula 1, lo schema di sospensioni completamente regolabili a doppi triangoli sovrapposti e l’aerodinamica punto di forza di Dallara. Il motore resta quello della Ford, 2.3 litri ecoboost sottoposto alla cura di Dallara per arrivare alla potenza di ben 400cv e 500Nm di coppia su un auto che pesa soli 855kg la porta ad avere un rapporto peso potenza di ben 2,1kg/cv (ogni cavallo sposta solo 2 kg).

Da sottolineare l’entusiasmo dell’ing. Dallara che già 4 anni fa al compimento dei suoi 80 anni ha realizzato il sogno di far entrare in listino una delle sue autovetture, ha dichiarato  “È stato un onore per noi realizzare un’edizione limitata della nostra Dallara Stradale per gli amici di Club Italia. Dalla sua fondazione, Club Italia ha sempre svolto un ruolo fondamentale come promotore d’immagine per l’auto italiana nel mondo, pertanto è motivo d’orgoglio esserne parte con la nostra vettura”

Dallara Stradale Club Italia come le altre è proposta di con carrozzeria ‘’barchetta’’ senza ne porte ne parabrezza o le più normali spider e coupè.

I prezzi per chi vorrebbe portarsi a casa anche solo la versione ‘’normale’’ di questa creatura nata nel cuore della motor valley italiana partono da 189 mila euro 38 in piu se si vuole la versione Gt. Disponibile sia con cambio manuale a sei rapporti che con il robotizzato con i comandi al volante (optional da 15 mila euro).

Vedi Anche

Mohicani

Boomdabash, Baby K, Mohicani. L’estate è arrivata

Mohicani, il tormentone dell’estate 2021, un successo annunciato che ricorda la Gozadera Milano, 22 giugno …