COSTA RICA ¡Pura Vida! Una filosofia di vivere

Il portale www.infomercatiesteri.it , piattaforma della Farnesina ideata e realizzata dalla Direzione Generale per la Promozione del Sistema Paese, per soddisfare la richiesta di informazioni sui mercati esteri proveniente dagli operatori economici nazionali, ha pubblicato uno studio (Fonte: Istituto Costaricense del Turismo) secondo il quale nel periodo 2007 – 2017 il flusso turistico in Costa Rica è cresciuto del 66,8% a conferma dell’enorme potenziale turistico del Paese che si fonda, oltre ai suoi centri balneari, anche su circa sessanta tra parchi nazionali e riserve naturali, certamente molti per un paese di così piccole dimensioni.

FLUSSI TURISTICI: ITALIA VERSO COSTA RICA

Il Costa Rica ha attratto, nel 2017, 2.959.869 turisti (+1,2% rispetto ai 2.925.128 del 2016) provenienti principalmente dagli USA (1.199.241), dal Nicaragua (429.990) e dal Canada (201.921). I visitatori provenienti dall’U.E. sono stati, nel 2017, pari a 462.295 provenienti principalmente dal Regno Unito (76.173), dalla Germania (70.960), dalla Francia (69.782), dalla Spagna (69.782) e dai Paesi Bassi (30.313). Dall’Italia sono giunti, nel in periodo in parola, 29.047 turisti.

Il sito dell’Ambasciata del Costa Rica (http://www.embajadacostaricaitalia.it/it/turismo/) in Italia presenta in maniera precisa e puntuale il proprio Paese ai numerosi turisti italiani che ogni anno eleggono questo Paese ad una vacanza all’insegna della “Pura Vida”, una vera e propria filosofia di vivere.

Foto: www.visitcostarica.com

Il Costa Rica si presenta

Il Costa Rica occupa un posto privilegiato nel cuore del Centro America, con 51.000 km2 di estensione e spiagge bagnate dal Mar Caraibico e dall’Oceano Pacifico, distanti tra loro appena tre ore via terra o 45 minuti in aereo. È un Paese facile da raggiungere grazie ai suoi aeroporti internazionali, l’aeroporto di “Juan Santamaría” a San José e l’aeroporto “Daniel Oduber” in Liberia, Guanacaste, mentre dall’Europa esistono voli diretti da Madrid, Parigi, Londra e Francoforte. Il Costa Rica è un Paese esuberante, dove la natura si manifesta in tutto il suo splendore grazie alla straordinaria biodiversità del suo territorio: è una terra di vulcani, boschi roridi, cascate e fiumi rapidi. Questa natura offre una vasta scelta, vista la varietà delle attività offerte, tra cui surf, windsurf, immersioni, pesca sportiva, rafting, kayak, canopy, fino al bungee jumping per i più coraggiosi.

Il territorio offre 138 aree protette, divise in 28 parchi naturali, 8 riserve biologiche, 71 rifugi di Vita Silvestre, 31 aree protette, così come altre aree protette che attirano gli amanti delle attività eco-turistiche. C’è una vasta offerta a livello di escursioni e passeggiate: da quelle a cavallo alle camminate per i sentieri di montagna e visite guidate per il birdwatching. La zona dei Caraibi spicca per le tante sfumature dei suoi ecosistemi acquatici e le sue spiagge dalla sabbia nera e bianca. Il Parco Nazionale Tortuguero è famoso per le sue tartarughe marine che vi depongono le uova e per i suoi canali naturali, habitat di specie in via di estinzione come il manatì, la nutria ed il coccodrillo. La costa del Pacifico concentra grandi centri turistici e le spiagge di zone come quella di Esterillos, Jacó, Hermosa e Boca Barranca sono tra le migliori per fare surf, nonché le zone limitrofe al Parco Nazionale Marino Ballena e l’area di Golfito, dove si forma la famosa “ola larga izquierda”.

La Paz Waterfall Gardens. Foto: www.visitcostarica.com

Vacanze per le famiglie

Il turismo d’avventura rafforza la vita familiare con attività come le camminate in aree protette, la pesca fluviale o il surf. Visitare i boschi tropicali permette di scoprire una sorprendente varietà di flora e fauna, in armonia con sorprendenti specie vegetali, mammifere e aviarie. Sarà possibile vedere tutte le specie protette nei vari Parchi Nazionali e Riserve Biologiche ed entrare direttamente in contatto con la natura facendo attività emozionanti come il trekking, il ciclismo di montagna, il quad o le cavalcate, ma c’è anche la possibilità di andare in teleferica o camminate lungo ponti sospesi in aria. Un’altra esperienza divertente è il rafting: i fiumi più ricercati per praticare questo sport sono il Pacuare, il Reventazón, il Naranjo, il Sarapiquí e il Corobicí, ma anche il fiume Savegre è una buona opzione, accessibile tutto l’anno.

La zona costiera, invece, offre attività come le immersioni e lo snorkeling per scoprire il mondo marino costaricense, fare tour in barca o in kayak, fare Jet Sky, banana boat o semplicemente giocare con le onde e la sabbia o, meglio ancora, cercare spiagge per tutti i gusti da scoprirle insieme alle famiglie.

Biesanz Beach. Foto: www.visitcostarica.com

Vacanze di coppia

Per coloro che desiderino godersi qui la luna di miele, il Costa Rica offre hotel specializzati per far trascorrere questo momento in modo speciale. Oltre ad una grande varietà di spiagge dalle tante sfumature, tra i vari luoghi ideali per vivere momenti felici, il Costa Rica offre montagne, vulcani, cascate, boschi, foreste tropicali rugiadose, lagune e molto altro. Si tratta di luoghi ideali e accessibili via terra e via aria, per rendere il viaggio in questo Paese qualcosa di affascinante e unico. L’offerta alberghiera di montagna si trova principalmente nelle zone di: Monteverde, Llanuras del Norte, Valle Central, Caraibi del Nord, Pacifico del Sud e Pacifico Centrale. L’offerta alberghiera sulle coste si concentra nelle zone settentrionale e meridionale di Guanacaste, a Puntarenas, nelle Isole del Golfo, nel Medio Pacifico, nel Pacifico meridionale e nei Caraibi meridionali. L’arrivo in questi luoghi è agevolato dalla presenza di mezzi di trasporto come i voli regionali verso gli aeroporti di Liberia, della zona del Pacifico Centrale e di Golfito, ma se si preferisce è possibile raggiungere questi luoghi anche via terra. Secondo il premio “Modern Bride Worl’ds trendiest Honeymoon Locales”, il Costa Rica è una delle 10 migliori destinazioni per passare la luna di miele.

Foto: www.visitcostarica.com

Per gli amanti dell’avventura!

  • Surf: il Costa Rica è diventato una delle destinazioni predilette a livello mondiale per fare surf grazie al facile accesso agli oceani e alla possibilità di praticare diversi tipi di surf. Esistono quattro zone, ovvero, il Mar Caraibico e le coste settentrionali, quelle centrali ed il sud del Pacifico. Il Costa Rica, con 1.466 km2 di costa che si affaccia sui due oceani, ha un’offerta di zone per praticare surf che va al di là dell’immaginazione e spesso in entrambe le coste ci sono buone condizioni per fare surf. La costa del pacifico offre più punti per la pratica di questa attività: la maggior parte di questi si trova nella provincia di Guanacaste, a nord-est del Paese, ma ci sono anche luoghi eccellenti nella zona del Pacifico Centrale e della zona meridionale, così come nel Mar Caraibico.
  • Winsurf: il vento soffia in Costa Rica con una forza ed una consistenza incredibili nei mesi della stagione secca (novembre- aprile), creando le condizioni ottimali per fare windsurf nella regione nord-orientale (provincia di Guanacaste). Un altro dei punti principali per questo sport è la zona occidentale del lago Arenal, la cui dimensione è stata confrontata anche con quella del Lago di Garda e il fiume George nello Stato americano del Colombia. Ci sono diversi hotel nei pressi della parte occidentale del lago che affittano le attrezzature per fare windsurf e offrono lezioni private. Ci sono anche punti presso la costa pacifica con buone condizioni per praticare questo sport. Si può prendere in affitto l’attrezzatura base per fare questo sport nella maggior parte degli hotel sulla spiaggia nell’area di Papagayo, così come nei vari punti della costa pacifica centrale, dove i venti tendono ad essere meno forti durante la stagione secca.
  • Rafting: in Costa Rica abbondano gli sport acquatici come il rafting, il kayak, il canottaggio, fino a galleggiare nelle calme acque piane. Il boom nel decennio degli anni ’80 ha permesso al Paese di innovarsi e diventare all’avanguardia nel mondo e sia i principianti sia i rematori con esperienza hanno a disposizione più di 800 km di fiumi nutriti da una topografia montagnosa e numerose cascate.
  • Teleferica: alte cime nel bosco! Essere sospesi in aria tra le cime degli alberi è il modo migliore per ammirare la natura. La teleferica si può praticare nel Bosque Nuboso di Monteverde, con un circuito di due o tre ore: qui si potrà osservare il bosco circostante e più di 400 specie di uccelli. Questi servizi sono offerti anche nelle città di Ciudad Quesada, San Mateo, San Ramón, nei pressi del fiume Pacuare, a Tabacón con le sue acque termali e a Poás con il suo vulcano. A Turrubares, ad ovest della capitale, esiste una teleferica veloce, di un minuto, su un cavo lungo più di un chilometro, ad un’altezza massima di 100 metri e ad una velocità che può raggiungere fino ai 90 chilometri orari. I più avventurosi hanno a disposizione 2.252 metri divisi tra 13 cavi, 21 piattaforme, 2 torri ed un rappel di 20 metri d’altezza, per un’avventura di due ore circa.
  • Scalate: le ascese e le discese mettono alla prova la resistenza fisica e mentale di chiunque sia disposto a dominare le altezze. A volte è necessario scegliere tra la discesa scalando o utilizzare il rappel: la scelta dipenderà dalla considerazione del livello di sicurezza, rapidità, convenienza, natura del terreno, circostante climatiche, tempo a disposizione e condizioni del gruppo. Queste attività estreme si possono trovare in diversi punti del Paese, con durata giornaliera o come tour di diversi giorni. Una vera sfida è quella di scalare nel Parque Nacional Chirripó, dove si trova la seconda vetta più alta del Centro America con 3.820 metri sopra il livello del mare, situato nella Cordigliera di Talamanca. Un vero gioiello per gli amanti del trekking! In generale il clima è molto umido tra maggio e dicembre e diventa molto secco e soleggiato da gennaio ad aprile. Nelle parti più alte ci possono essere forti venti, gelate, piogge frequenti e bruschi cambi di temperatura, ma il suo paesaggio è senza eguali: si possono osservare molti laghi e valli come Valle de Moraine, Valle de los Lagos e Valle de los Conejos.

Rio Pacuare. Foto: www.visitcostarica.com

Informazioni utili:

  • Presso l’Ambasciata di Viale dei Parioli, 41 a Roma si possono trovare cartine e brochure dei parchi nazionali. Per maggiori informazioni, visitate il sito www.visitcostarica.com .
  • I cittadini italiani non necessitano di un visto per entrare in Costa Rica e il soggiorno come turista non deve superare i 90 giorni. I turisti dovranno avere un biglietto di andata e ritorno (entrata e uscita dal Paese).
  • Non è necessario alcun tipo di vaccinazione. Il vaccino per la febbre gialla è obbligatorio solo se, prima di entrare nel Paese, vi siete recati presso i seguenti Paesi: Angola, Benin, Burkina Faso, Camerun, Repubblica Democratica del Congo, Gabon, Gambia, Ghana, Guinea, Liberia, Nigeria, Sierra Leone, Sudan, Bolivia, Venezuela, Brasile, Perù, Ecuador, Colombia e Guinea Francese.
  • Le prese elettrice sono da 110 volt con spine standard di due spinotti.
  • Lingua ufficiale: spagnolo; ma si parla anche inglese.
  • Valuta ufficiale: colón; ma nella maggior parte dei negozi si accettano anche i dollari americani.
  • Se volete noleggiare un’automobile, potete farlo con la patente di guida italiana, durante il vostro soggiorno da turisti (da 0 a 90 giorni).
  • È necessario verificare che il tasso di cambio (usd$29) sia incluso nel biglietto aereo (lo si può verificare con la compagnia aerea), altrimenti è possibile pagarlo direttamente all’aeroporto.
  • Il prefisso internazionale per chiamare in Costa Rica è +506.
  • Importante: per consultare le aziende affiliate all’ICT (Instituto Costarricense de Turismo), visitate il link www.visitcostarica.com . Assicuratevi che la struttura turistica presso la quale vi dirigerete abbia i permessi di funzionamento aggiornati, assicurazioni contro i rischi e le misure di sicurezza necessarie, che non sono di competenza dell’ICT.

Vedi Anche

Crociere

Crociere: che bella la vita in Zona Bianca

Forse non lo sapete, ma, anche se non quanto vorremmo, si può viaggiare, non solo, …