Cile, vasto incendio minaccia Valparaiso: feriti 12 pompieri

Un vasto incendio minaccia Valparaiso, località turistica cilena: oltre 150 case sono state distrutte dalle fiamme. Il sindaco Jorge Shap ha denunciato che l’incendio potrebbe avere origine dolosa, perché “presenta caratteristiche di intenzionalità evidente”, con focolai appiccati in diversi luoghi nello stesso momento; la procura sta indagando e ha acquisito un video circolato sui social in cui si vede un auto ferma vicino a uno degli epicentri da cui sono partite le fiamme. Circa 90 mila residenti si sono visti tagliare la corrente elettrica come misura precauzionale e due scuole sono state trasformate in rifugio per coloro che sono stati costretti a lasciare le abitazioni. Le autorità hanno dichiarato lo stato d’emergenza mentre su Twitter il presidente Sebastian Pinera ha espresso il suo “profondo dispiacere per l’incendio che colpisce così tante famiglie sulle colline di Valparaiso, specialmente nel giorno di Natale”.

Feriti i vigili del fuoco

Dodici pompieri volontari sono stati feriti e 1.715 utenze restano senza elettricità nella regione”, ha annunciato l’Ufficio nazionale per le emergenze (Onemi). Il ministro dell’Interno, Gonzalo Blumel, spiega che le fiamme hanno coinvolto le colline di Rocuant e San Roque, riguardando 150 ettari di terreno.

Vedi Anche

Repsol-Perú

Allarme inquinamento in Perù

Durante il trasferimento a una raffineria della compagnia Repsol Lima, 20 gennaio 2022 – Cresce …