Argentina: Javier Milei contro la stampa, “è corrotta e prostituita alla politica”

Il presidente rivendica il suo diritto a criticare I giornalisti

Argentina, 11 aprile 2024 – Il presidente dell’Argentina, Javier Milei, ha ingaggiato una battaglia durissima contro la stampa rivendicando il suo diritto e la sua libertà di rispondere con invettive, insulti e diffamazione ai giornalisti che osano mettere in discussione le sue politiche.
In un post pubblicato su X, il leader ultraliberista respinge “la presunta superiorità” del giornalismo che “alla pari di tutte le cose legate alla politica” considera “corrotto e prostituito” e rivendica la “libertà di espressione per tutti, non solo per alcuni”.
Milei risponde in questo modo all’ondata di critiche che si è riversata nelle ultime ore su di lui dopo che ha auspicato il fallimento di una testata spesso critica nei suoi confronti e dopo aver accusato una giornalista di voler distruggere il governo con le sue domande.

“Non rimarremo zitti di fronte alle menzogne, alle calunnie, alle ingiurie (dei giornalisti).

Li faremo scendere dalla torre d’avorio dove credono di stare, perché libertà d’espressione significa che nessuno può impedirci di parlare, nemmeno i sacri giornalisti”, ha scritto Milei a conclusione del post.

spagna

Argentina: Javier Milei contra la prensa, “es corrupta y prostituida a la política”

El presidente reivindica su derecho a criticar a los periodistas

Argentina, 11 de abril de 2024 – El presidente de Argentina, Javier Milei, ha librado una durísima batalla contra la prensa, reivindicando su derecho y libertad de responder con invectivas, insultos y difamaciones a los periodistas que se atrevan a cuestionar sus políticas.
En una publicación publicada el “.
Milei responde así a la ola de críticas que ha caído sobre él en las últimas horas luego de esperar el fracaso de un diario que muchas veces lo criticó y luego de acusar a una periodista de querer destruir al gobierno con sus preguntas.

“No nos quedaremos callados ante las mentiras, las calumnias y los insultos (de los periodistas).

Los haremos bajar de la torre de marfil donde creen que están, porque la libertad de expresión significa que nadie nos puede impedir hablar, ni siquiera los sagrados periodistas”, escribió Milei al final del post.

Attiva le newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Vedi Anche

Caso del falso testamento di Berlusconi: arrestato in Colombia Marco Di Nunzio

Le manette scattate per altri falsi commessi all’estero Colombia, 23 maggio 2024 – È stato …

×