Serie A TIM 2022/23

Serie A 2022/2023: i risultati della 38a giornata di campionato

Tutto deciso in Serie A, con i vari piazzamenti dietro al Napoli, già Campione d’Italia da qualche settimana, resta olo un verdetto che sarà sancito dallo spareggio per rimanere nella massima serie tra Spezia ed Hellas Verona
Di Donatella Swift
Sassuolo – Fiorentina 1-3
Dopo un primo tempo all’insegna dell’equilibrio in campo, ecco che la Fiorentina prende in mano la situazione nella ripresa e batte il Sassuolo al Mapei Stadium grazie ai gol di Cabral, Saponara e Nico Gonzales, di Berardi su rigore il momentaneo pareggio dei neroverdi.
Torino – Inter 0-1
Ad una settimana dalla finale di Champion’s ad Istanbul contro il City l’Inter di Inzaghi inanella un’altra vittoria, gol di Brozovic al 37′ del primo tempo, e fornisce un’altra prestazione convincente nel finale di annata.
Cremonese – Salernitana  2-0
La squadra lombarda, già retrocessa, finisce in bellezza l’annata vincendo in casa con un gol per tempo: apre le danze Buonaiuto nel primo tempo, che si procura un rigore e poi lo batte, segnando il suo primo gol in Serie A, di Tasdjout la perla mancina per il raddoppio nella ripresa.
Empoli – Lazio  0-2
La Lazio di Sarri termina il campionato al secondo posto e liquida la pratica contro l’Empoli con due reti nel secondo tempo, la prima di Romagnoli di testa, la seconda di Luis Alberto
Napoli – Sampdoria 2-0
Il Napoli conclude la favolosa annata dello scudetto con un rotondo 2-0, frutto di un rigore di Osimhen, nel primo tempo, e di Simeone, entrambi i gol nella ripresa. Al termine gran festa al Maradona con il capitano Di Lorenzo ha mostrato al numeroso pubblico ll trofeo dello scudetto
Atalanta – Monza 5-2
Con una tripletta di Koopmeiners, tracui un gol in pallonetto da centrocampo, ingentilita dalle reti di Hojlund e Muriel l’Atalanta si è aggiudicato il derby di Lombardia contro il Monza, a sua volta in gol con Colpani e Petagna, ex orobici
Lecce -Bologna 2-3
I salentini salutano con una sconfitta al Va del Mare. In vantaggio con Banda, il Bologna riesce prima a pareggiare con Arnautovic, quindi raddoppia con Zirkzee, il Lecce pareggia a due dalla fine con Oudin, rete finale di Ferguson.
Milan – Hellas Verona 3-1
Il Milan chiude al quinto posto la sua annata post – scudetto, ma lo fa con il botto: non tanto per i tre gol con cui ha liquidato il Verona, di Giroud su rigore il primo, su rigore, e nella ripresa doppietta di Leao da vero campione, quanto per l’addio di Ibrahimovic al calcio giocato. Lo svedese si è sciolto in lacrime come neve al sole, al termine di una stagione piena di infortuni, in buona parte dovuti anche all’età che avanza. Una grande cornica a San Siro ed una promessa “Lascio il calcio, ma non voi!”
Roma – Spezia  2-1
La Roma approda all’ Europa League per il secondo anno consecutivo, concludendo al sesto posto, grazie ad un rigore al 90′ di Dybala, che fa seguito al gol iniziale di Nikolau ed al momentaneo spareggio giallorosso di Zalewski
Udinese – Juventus 0-1
Un gol di Chiesa al 68′ consente alla Juventus di chiudere il suo campionato a quota 62 punti, un Chiesa finamente ritrovato dopo una stagione costellata da infortuni che lo hanno però riportato sul palcoscenico più agguerrito che mai

Attiva le newsletter per rimanere sempre aggiornato.

Vedi Anche

Argentina: salgono a 197 le vittime della dengue

Nel Paese finora sono stati registrati oltre 269 mila contagiati Argentina, 15 aprile 2024 – …

×