BORGO PIRELLI
comitato BORGO PIRELLI

Milano, “Borgo Pirelli”  Bicocca. Dossier edilizia popolare.

Borgo Pirelli – Riccardo Truppo

Milano 26 marzo 2021 – Zona Rossa, ma Fratelli d’Italia rimane attiva per raccogliere istanze e segnalazioni per edifici di edilizia popolare come tempo fa fatto a Bruzzano. Questa volta però si tratta di edifici particolari, di rilevanza storica e tutelati dalla sovrintendenza ma di proprietà Aler.

Oggi il comitato Borgo Pirelli gestito da Olga Maiello (residente) ha riunito decine di abitanti all’aperto e distanziati per conferire con i responsabili di Aler, società a capitale Regione Lombardia, alla presenza dei referenti di Fratelli d’Italia Riccardo Truppo, Enrico Turato e Antonia Valente.

Da tempo Fratelli d’Italia vorrebbe che questo quartiere incastonato tra i palazzi dell’università Bicocca, fosse rivalutato e conosciuto dai milanesi. Riccardo Truppo Dirigente di FdI ricorda a tutti che l’anno prossimo Borgo Pirelli compirà 100 anni ma rimane dimenticato dal Comune di Milano al quale non interessa valorizzarlo scaricando la palla a Regione Lombardia.

Oggi presente il riferimento istituzionale del Municipio 9 Enrico Turato: “Abbiamo raccolto le segnalazioni degli abitanti e le inoltreremo al Presidente di Aler Sala con il quale abbiamo sempre comunicato efficacemente a differenza dei vertici di MM che in casi analoghi non ci hanno dato ancora le risposte che chiedevamo”. Il riferimento è chiaro a quanto sollevato in una recente ispezione effettuata in via Dino Villani, dove colonie di topi sono ormai stabili, barriere architettoniche per disabili tutt’ora presenti e i lavori di manutenzione in corso non finiranno prima dell’estate condannando gli abitanti ad un caldo torrido senza condizionatori.

Due gestioni Aler e MM, con due misure diverse, intanto il Comitato Borgo Pirelli continua la sua battaglia per una maggior sicurezza dell’area, istallazione di Lampioni, rimozioni di auto abbandonate, lotta al bivacco e illegalità causate dal giardino/collina dei ciliegi voluta anni or sono dal Comune. “Ora vorremmo una casa dell’acqua e un giardino recintato da adibire a parco giochi per i bimbi – dice Olga Moiello – stiamo elaborando i progetti. Ci batteremo per raggiungere il risultato”.

 

BORGO PIRELLI – Bicocca Expediente de vivienda pública de Fratelli d’Italia.

Milan, 26 marzo 2021 – Zona Roja, pero Fratelli d’Italia sigue activo para recopilar solicitudes e informes para edificios de viviendas sociales como se hizo en Bruzzano hace mucho tiempo. Esta vez, sin embargo, se trata de edificios particulares, de importancia histórica y protegidos por la superintendencia pero de propiedad de Aler.

Hoy el comité Borgo Pirelli dirigido por Olga Maiello (residente) reunió a decenas de habitantes al aire libre y espaciados para conversar con los gerentes de Aler, una empresa con capital de la Región de Lombardía, en presencia de los representantes de Fratelli d’Italia Riccardo Truppo, Enrico Turato y Antonia Valente.

Desde hace algún tiempo, Fratelli d’Italia quiere que este distrito, enclavado entre los edificios de la Universidad de Bicocca, sea revaluado y conocido por los milaneses. Riccardo Truppo, director de la FdI, recuerda a todos que Borgo Pirelli cumplirá 100 años el próximo año, pero sigue olvidado por el Ayuntamiento de Milán, que no está interesado en potenciarlo descargando el balón a la Región de Lombardía.

Hoy presente el referente institucional del Municipio 9 Enrico Turato: “Hemos recogido los informes de los habitantes y los remitiremos al Presidente de Aler, Sala con quien siempre nos hemos comunicado de forma eficaz, a diferencia de la alta dirección de MM que en casos similares aún no nos han dado las respuestas que les preguntamos ”. La referencia es clara a lo planteado en una inspección reciente realizada en via Dino Villani, donde las colonias de ratones ahora son estables, las barreras arquitectónicas para discapacitados siguen presentes y los trabajos de mantenimiento en curso no terminarán antes del verano, condenando los habitantes a un calor abrasador sin aires acondicionados.

Dos gestiones Aler y MM, con dos medidas diferentes, mientras tanto el Comité Borgo Pirelli continúa su batalla por una mayor seguridad de la zona, instalación de farolas, retirada de coches abandonados, lucha contra vivacs y la ilegalidad provocada por el jardín/cerro de cerezos buscado hace años por la Municipalidad. “Ahora nos gustaría que una casa de agua y un jardín cerrado se utilizaran como área de juegos para los niños – dice Olga Moiello – estamos trabajando en los proyectos. Lucharemos para lograr el resultado”.

Vedi Anche

Calenzano peruviani abiti rubati

Tre giovani peruviani trovati con auto piena di merce rubata

L’auto conteneva svariati abiti nuovi rubati dai negozi della zona di Calenzano nel fiorentino. Firenze …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi