Malpensa, fermata una donna proveniente da Cuba con cranio e ossa nella valigia.

La donna si è difesa dicendo che si tratta di resti di scimpanzé.

Agli addetti alla sicurezza degli aeroporti ne capitano di ogni genere quando controllano i bagagli de passeggeri in arrivo e partenza. ma quello che si sono trovati difronte a Malpensa nel bagaglio di  una 41enne cubana è davvero incedibile:  un cranio e circa 150 frammenti do ossa in valigia.  La donna è indagata dalla Procura di Busto Arsizio per distruzione, soppressione e sottrazione di cadavere. L’accusa contestata dal sostituto procuratore  Massimo De Filippo, deriva dal fatto che gli esperti del dipartimento di Scienze biomediche dell`Università di Milano dopo una prima serie di esami parlano di ”compatibilità con l’essere umano”. La conformazione del teschio non lascerebbe dubbi, ma soltanto le analisi istologiche e biomolecolari potranno determinarne la specie, l`origine, l`età, la provenienza. La donna al momento dell’apertura dell’insolito bagaglio ha sostenuto che erano ossa di scimpanzé. Le indagini sono in corso

Vedi Anche

Alves trasferito in un carcere dotato di stanze Vip

Arrestato venerdì 20 gennaio avrebbe raccontato diverse versioni dei fatti. Dani Alves è accusato di …