Battiato Salvini
ph Twitter, Rai3

In ricordo di Franco Battiato, vip e politici

Musica, Politica, cultura e spettacolo esprimono gratitudine e dolore per la morte del grande Maestro Franco Battiato.

di Paola Battaglia

Milo (Catania) 18 maggio 2021 – È di stamane la notizia della dipartita di Franco Battiato, il cantautore e intellettuale siciliano, che viveva tra musica, sperimentazione, synth, e mistico isolamento fatto di meditazione e misticismo, Sufismo (la branca mistico-esoterica dell’Islam), e letture impegnate. Ormai malato da un paio d’anni, ha protetto la sua privacy, non lasciando trapelare nulla della sua malattia con l’aiuto della famiglia e degli affetti più cari che si sono stretti intorno a lui nelle ultime ore di vita. Ad accompagnarlo fino all’ultimo istante è stato il fratello Michele.

ph Ig Laura Pausini

Il mondo della musica, della politica, dello spettacolo e della cultura esprime il proprio cordoglio. Toccante il commento del conterraneo Pippo Baudo che di lui dice “non è stato solo un paroliere e un musicista raffinato, è stato un poeta. Ha raccontato anche la nostra Sicilia, in maniera critica”.

È con una citazione del Maestro che Roberto Saviano dà il suo addio al cantautore di Milo “Povera patria schiacciata dagli abusi di potere…Di gente infame, che non sa cos’è il pudore…tra i governanti quanti perfetti e inutili buffoni…”

Semplice incisivo, fatto di quiete e silenzio, quasi a voler ritrarre la tempra di Battiato nel suo saluto, è il messaggio di Fiorella Mannoia su Instagram “Dolore. Ciao Franco”.

Dal profilo Instagram di Laura Pausini leggiamo “per avere cura di qualcuno bisogna andarlo a cercare. In un momento storico come questo dove la mediocrità la fa da padrona, #FrancoBattiato ci lascia la sua musica i suoi film, i suoi quadri e le sue opere d’arte per non abbandonarci all’approssimazione. A chi non lo ha già fatto, adesso bisogna andarlo a cercare, per avere cura di noi…buon viaggio Maestro”.

E ancora dalla Romagna il pensiero di Luciano Ligabue: “Ciao Franco con Patriots mi hai salvato dalla depressione durante l’anno in Artiglieria. Con la voce del Padrone hai cambiato il mainstream in Italia. Con tutto il resto ti sei dimostrato troppo grande e unico per essere accostato a qualcuno. Ti dobbiamo tutti qualcosa. Ti dobbiamo tutti tanto.”

Incredibilmente puntuale e toccante il tweet del Presidente del Consiglio Mario Draghi, che si chiede alla fine come possa mai morire davvero un Battiato o un De Andrè.

ph Ig Luigi Di Maio

Dal mondo della politica leggiamo le parole di Nicola Zingaretti “Battiato ha emozionato come pochi altri artisti. Buon viaggio Maestro”.

Sul profilo ufficiale di Instagram di Giorgia Meloni leggiamo “l’Italia si inchina alla vita, all’opera di Franco Battiato. A Dio Maestro”.

Sempre da Instagram Luigi Di Maio dice: “Ci ha lasciati uno dei più grandi artisti italiani, che nella sua lunga carriera  ha saputo sperimentare e plasmare la musica come nessun altro. Sei stato d’esempio ed ispirazione per tanti. Mi stringo ai familiari. Ciao Maestro.”

Matteo Salvini sceglie di salutarlo con i suoi stessi versi: “perché sei un essere speciale ed io, avrò cura di te… Una preghiera, un ricordo e una canzone per il grande Maestro Franco Battiato.”

Queste sono solo una manciata delle dozzine di messaggi che sono circolati e tuttora girano sui social in memoria di questo eccezionale artista, che ci affida un’eredità grande almeno quanto il vuoto che la sua scomparsa ha lasciato.

I funerali si svolgeranno in forma strettamente privata.

por Paola Battaglia

En memoria de Franco Battiato, VIPs y políticos

Música, política, cultura y entretenimiento expresan gratitud y dolor por la muerte del gran Maestro Franco Battiato.

Milo (Catania) 18 de mayo de 2021 – Esta mañana la noticia de la muerte de Franco Battiato, el cantautor e intelectual siciliano, que vivía entre la música, la experimentación, el sintetizador y el aislamiento místico hecho de la meditación y el misticismo, el sufismo (la rama mística y esotérica del Islam), y lecturas comprometidas. Ahora enfermo desde hace un par de años, ha protegido su privacidad, no dejando que nada de su enfermedad se filtre con la ayuda de su familia y seres queridos que se han reunido a su alrededor en las últimas horas de su vida. Su hermano Michele lo acompañó hasta el último momento.

ph Fb Ligabue

El mundo de la música, la política, el entretenimiento y la cultura expresa su más sentido pésame. Es conmovedor el comentario del compatriota Pippo Baudo que dice de él “no solo fue un letrista y un músico refinado, fue un poeta. También habló de nuestra Sicilia, de forma crítica”.

Es con una cita del Maestro que Roberto Saviano se despide del cantautor de Milo “País pobre aplastado por abusos de poder…De gente infame, que no sabe lo que es la modestia…entre los gobernantes cuántos tontos perfectos e inútiles…”.

Sencillo incisivo, hecho de quietud y silencio, casi como para retratar el temperamento de Battiato en su saludo, es el mensaje de Fiorella Mannoia en Instagram “Dolor. Hola Franco”.

Desde el perfil de Instagram de Laura Pausini leemos “para cuidar a alguien hay que ir a buscarlo. En un momento histórico como este donde reina la mediocridad, #FrancoBattiato nos deja su música, sus películas, sus pinturas y sus obras de arte para no abandonarnos a la aproximación. A los que aún no lo han hecho, ahora les toca ir a buscarlo, a cuidarnos…que tengan un buen viaje Maestro”.

Y de nuevo desde Romaña el pensamiento de Luciano Ligabue: “Hola Franco con Patriots me salvaste de la depresión durante el año en la Artillería. Con la voz del Maestro cambiaste la corriente principal en Italia. Con todo lo demás, demostró ser demasiado grande y único para que nadie se le acerque. Todos te debemos algo. Todos te debemos mucho”.

ph Ig Giorgia Meloni

Increíblemente oportuno y conmovedor el tuit del primer ministro Mario Draghi, quien al final se pregunta cómo un Battiato o un De Andrè pueden realmente morir.

Desde el mundo de la política leemos las palabras de Nicola Zingaretti: “Battiato se ha movido como pocos artistas. Buen viaje Maestro”. 

En el perfil oficial de Instagram de Giorgia Meloni leemos “Italia se inclina ante la vida, ante la obra de Franco Battiato. A Dios el Maestro”.

También desde Instagram Luigi Di Maio dice: “Nos ha dejado uno de los más grandes artistas italianos, que en su dilatada carrera ha sabido experimentar y dar forma a la música como ningún otro. Has sido un ejemplo e inspiración para muchos. Me aferro a su familia. Adiós Maestro”.

Matteo Salvini elige saludarlo con sus propios versos: “porque eres un ser especial y yo, yo te cuidaré…Una oración, un recuerdo y un canto para el gran Maestro Franco Battiato”.

Estos son solo un puñado de las decenas de mensajes que han circulado y aún circulan en las redes sociales en memoria de este artista excepcional, que nos confía un legado al menos tan grande como el vacío que dejó su muerte.

El funeral se llevará a cabo de forma estrictamente privada.

Vedi Anche

Basket Milano vince a Napoli

Basket: Milano vince a Napoli

Riparte il Campionato di basket di Serie A. Ottimo debutto della Pallacanestro Olimpia Milano che …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi