Maneskin Eurovision
ph Ig Maneskin

I Måneskin a Eurovision consegnano ai giovani la libertà di esprimersi

Abbiamo visto questa giovane band italiana conquistare tutto quest’anno, ma non hanno solo preso, hanno anche dato moltissimo, soprattutto ai giovani.

di Paola Battaglia

Milano, 24 maggio 2021 – Trionfo indiscutibile per l’Italia all’Eurovision Festival 2021, grazie ai Måneskin, quattro giovanissimi artisti, che hanno vinto questa edizione del contest per artisti europei, con la loro Zitti e Buoni, già vincitrice del Festival di Sanremo.

Come sappiamo, un look “camp” ed il gusto per l’eccesso sono le parole d’ordine delle star della musica. È così è stato anche per i Måneskin, che si può dire abbiano ottenuto un trionfo anche da un punto di vista del look, firmato Etro. Tutine che rivisitano un look anni ’70 rendendolo contemporaneo e cool. La scelta del matchy-matchy è assolutamente azzeccata, la portano avanti ormai da Sanremo ed è un vero piacere per la vista, perché lo fanno con gusto e con la forma di bellezza più alta che si possa raggiungere in termini di outfit e non solo, ossia quella di chi, attraverso l’abito, racconta se stesso, crea un mondo, ci introduce in una dimensione.

Per questo possiamo dire che i Måneskin hanno fatto molto di più che portare l’Italia sul tetto musicale d’Europa con la loro vittoria, hanno lanciato un messaggio, hanno imposto il diritto ad esprimersi, anche attraverso il corpo, il look, l’abbigliamento. Questa band italiana di giovanissimi ha porto la mano hai tanti ragazzi che ancora devono fare i conti con la vergogna di essere se stessi, e lo hanno fatto in eurovisione.

ph Ig Maneskin

Straordinario il lead vocal Daniamo, che crea un modo tutto suo di esprimere la sua mascolinità, sensualità e personalità, mediante un look veramente fuori da ogni stereotipo e schema, di chi non se ne cura della gente che parla, di chi non vuole stare “Zitto e Buono”, e che la sua identità la esprime anche con i vestiti che indossa, i tatuaggi che sfoggia, lo stile che sceglie, curato e unico in ogni suo minimo particolare.

Un maschile così può essere un inno di libertà anche per tutti i ragazzi che vogliono trovare il loro posto nel mondo, oltre qualsiasi stereotipo.

Bravi ragazzi! In un modo musicale che omologa e crea star tutte uguali pensate per un successo mordi e fuggi, destinato a far fare numeri ai talent, che masticano nuovi nomi ogni anno per creare trionfi del momento con successi pensati a tavolino, voi vi imponete con la vostra personalità.

Speriamo, inoltre, che questo vostro imporvi non sia un atto unico di chi è dotato di una straordinaria personalità, ma che siate capaci di creare un’inversione di tendenza dalla totale omologazione imperante nel mondo della musica al ritorno alla promozione dei talenti, delle personalità e dell’unicità degli artisti, affinché i mostri sacri della musica cessino di essere un fenomeno agé.

La serata finale dell’Eurovision Festival 2021, il contest musicale in cui si sfidano gli artisti provenienti dai paesi del vecchio continente, è andata in onda su Rai1 sabato sera.

por Paola Battaglia

Måneskins en Eurovisión dan a los jóvenes la libertad de expresarse

Hemos visto a esta joven banda italiana conquistar todo este año, pero no solo han sacado, también han dado mucho, sobre todo a los jóvenes.

Milán, 24 de mayo de 2021 – Triunfo indiscutible para Italia en el Festival de Eurovisión 2021, gracias a Måneskin,  cuatro artistas muy jóvenes, que ganaron esta  edición del concurso para artistas  europeos, con sus Zitti e Buoniya ganadores del Festival de Sanremo.

ph Ig Maneskin

Como sabemos, un look “camp” y un gusto por el exceso son las consignas de las estrellas de la música. Este es también el caso     de los Måneskins, que se puede decir que han logrado un triunfo también desde el punto de vista del look, firmado Etro. Trajes que revisitan un look de los años 70 haciéndolo contemporáneo y fresco. La elección de matchy-matchy es absolutamente correcta, la llevan adelante ahora desde Sanremo y es un verdadero placer para la vista, porque lo hacen con gusto y con la forma más alta de belleza que se puede lograr en términos de trajes y no sólo, es decir, la de aquellos que, a través del vestido, se dicen a sí mismos, crean un mundo, nos introducen en una dimensión.

Es por eso que podemos decir que Måneskin ha hecho mucho más que llevar a Italia al techo musical de Europa con su victoria, han enviado un mensaje, han impuesto el derecho a expresarse, también a través del cuerpo, la mirada, la ropa. Esta banda italiana de joven tomó la mano de muchos chicos que todavía tienen que lidiar con la vergüenza de ser ellos mismos, y lo hicieron en Eurovisión.

Extraordinario el vocalista Daniamo, que crea una forma propia de expresar su masculinidad, sensualidad y personalidad, a través de un look realmente fuera de todos los estereotipos y esquemas, de aquellos que no sepreocupan por las personas que hablan, de aquellos que no quieren ser “Zitti e Buoni”, y que su identidad también lo expresa con la ropa que lleva, los tatuajes que muestra, el estilo que elige, cuidado y único en cada detalle.

Un hombre tan masculino puede ser un padrino de la libertad incluso para todos los chicos que quieren encontrar su lugar en el mundo, más allá de cualquier estereotipo.

¡Buenos chicos! Y en un mundo musical que homologies y crea todas las mismas estrellas diseñadas para un éxito mordida y correr, destinada a hacer números al talent, que mastican nuevos nombres cada año para crear triunfos del momento con éxitos diseñados en la mesa, te impones con tu personalidad.

También esperamos que esta imposición tuya no sea un acto único de alguien con una personalidad extraordinaria, sino que seas capaz de crear un cambio de tendencia desde la homologación total que prevalece en el mundo de la música hasta el regreso a la promoción de los talentos, personalidades y singularidad de los artistas, para que los monstruos sagrados de la música dejen de ser un fenómeno agé.

La última noche del Festival de Eurovisión 2021,  el contest musical en el que compiten artistas de los países del viejo continente, se emitió en Rai1 el sábado por la noche.

Vedi Anche

green pass lavoratori 15 ottobre

Dal 15 ottobre obbligo green pass per qualsiasi lavoratore

Dalla pubblica amministrazione alle aziende private, dai liberi professionisti alle partite iva, il nuovo decreto …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi