Proteste a Quito

Ecuador, manifestazioni contro il governo: migliaia in piazza nelle principali città del paese

QUITO, 23 ottobre 2020 – Migliaia di persone hanno manifestato ieri a Quito ed in altre importanti città dell’Ecuador contro il governo. Cortei pacifici che nel centro della capitale si sono concluse con qualche incidente fra dimostranti e polizia. La mobilitazione era stata convocata dal Fronte unitario dei lavoratori (Fut), e da organizzazioni di insegnanti e studenti, per chiedere al governo del presidente Lenin Moreno di «mettere fine ai licenziamenti, non tagliare il bilancio della sanità e dell’educazione, non vendere aree strategiche e non privatizzare». Al termine della giornata, il direttore generale del Dipartimento di Sicurezza cittadina e Ordine pubblico della polizia ecuadoriana, generale Pablo Rodrguez, ha confermato che si sono svolte nel Paese 20 marce e 13 picchetti, a cui hanno partecipato «4.150 persone» confermando anche degli arresti ma senza feriti. Secondo gli organizzatori  l’adesione è stata molto maggiore, ed ha costituito «un avvertimento per il governo a correggere la sua politica economica e sociale fallimentare». Gli unici incidenti sono avvenuti in serata a Quito quando, all’arrivo sulla storica Plaza Santo Domingo, gruppi di manifestanti con il volto coperto hanno lanciato pietre contro un gruppo di agenti, generando una risposta delle forze dell’ordine che li hanno dispersi con l’uso di gas lacrimogeni.(ANSA).

Vedi Anche

Repsol-Perú

Allarme inquinamento in Perù

Durante il trasferimento a una raffineria della compagnia Repsol Lima, 20 gennaio 2022 – Cresce …