Bolivia, festa in discoteca violando disposizioni anti Covid: 300 arresti.

La Paz – 23 ottobre 2020 – In un’operazione della  polizia realizzata nella notte di ieri nella città di El Alto, nell’ovest della Bolivia, sono state arrestate circa 300 persone, per lo più giovani e tra i quali anche minorenni, per aver partecipato a una festa in una discoteca in violazione delle disposizioni per la pandemia del coronavirus, che nel Paese ha provocato oltre 140 mila casi con 8.584 morti. Secondo quanto riportato dall’agenzia di stampa Abi, il comandante regionale della polizia di El Alto, il colonnello Ismael Villca, ha riferito che, analizzando le informazioni sui social network, è stata scoperta una festa clandestina in una discoteca che si trova nella «Ceja», la zona centrale di El Alto. I giovani sono stati trasferiti come arrestati negli uffici della Forza speciale per la lotta al crimine (Felcc) boliviana, per la loro identificazione e la raccolta di informazioni. La polizia ha espresso critiche per la mancanza di controllo da parte dei genitori dei minori, considerando che il Paese vive un periodo di restrizioni che vietano gli assembramenti e il consumo di bevande alcoliche.

Vedi Anche

Gianni Morandi torna in gara al 72° Festival di Sanremo con il brano “Apri tutte le porte”

In diretta dal Teatro Duse di Bologna, Gianni Morandi ha tenuto una conferenza stampa in …