Bogotà: centinaia di indigeni bloccano l’autostrada Panamericana per protesta contro il Governo

Bogotà 3 ottobre – Centinaia di indigeni dell’etnia Misak bloccano da ieri la autostrada Panamericana nel Dipartimento del Cauca per protestare con il governo sul mancato invio di delegati per il dialogo volto a risolvere i problemi economici e sociali esistenti. Lo scrive il quotidiano El Espectador di Bogotà. Le autorità centrali avevano annunciato l’«imminente arrivo» di rappresentanti di vari ministeri (Finanze, Cultura e Interni) e dell’Agenzia nazionale delle terre (Ant) che però non si sono mai presentati. Il popolo Misak ha deciso quindi di manifestare bloccando in vari punti il traffico sulla importante via di comunicazione che in territorio colombiano unisce Cali a Popayán, nella zona di Piendam, senza attendere l’inizio di una manifestazione convocata per lunedì 5 ottobre dal Consiglio regionale indigeno del Cauca (Cric). Sono in corso trattative per convincere gli organizzatori a recedere dal blocco stradale, ma gli interventi dell’Istituto nazionale delle vie di comunicazione (Invias), dell’Assessorato agli interni del Dipartimento, e dell’Ombudsman (Difensore del popolo) non hanno ottenuti frutti. Fra le principali rivendicazioni degli indigeni Misak vi è lo stop alle fumigazioni aeree sulle loro terre, che ufficialmente vengono realizzate per distruggere le piantagioni di foglie di coca.

Vedi Anche

Vice Ministra Sereni

Cuba, visita della vice ministra Sereni

Italia-Cuba: positivo lo stato delle relazioni bilaterali di Karin Jara L’Avana, 17 gennaio 2022 – …