Giornalisti stranieri “sans papier”

GIORNALISTI E OPERATORI DELL’INFORMAZIONE: STRANIERI SANS PAPIER ANCHE NELLA COMUNICAZIONE

Si è tenuto venerdì 28 marzo nella sede dell’Associazione Lombardia dei Giornalisti un incontro al quale hanno preso parte giornalisti e lavoratori dell’informazione stranieri che da anni vivono e operano in Italia.  Nato dall’esperienza della prima edizione di #giornalistinfestival, che si è svolta lo sorso anno ad Assago (MI) dal 18 al 20 giugno nell’ambito del Milano Latin Festival, si è trattato in questa sede istituzionale di proseguire con un primo passo conoscitivo per raccogliere esigenze, esperienze e problematiche che i colleghi incontrano quotidianamente sul territorio. Si è parlato di esperienze e percorsi professionali dei colleghi stranieri, sono emerse tutte le problematiche che essi sono costretti ad affrontare e su questo fronte sono emerse molte analogie con i precari italiani: pagati male, spesso non pagati e senza tutele. Con l’elemento peggiorativo di essere stranieri e spesso non riconosciuti.

Dall’incontro di venerdì è emerso chiaramente che ci sono professionisti dell’informazione che da anni lavorano e vivono in Italia con un doppio compito: quello di fare da cassa di risonanza per i connazionali su quanto avviene nelle loro terre di origine e contemporaneamente aggiornare coloro i quali vivono in Italia relativamente alle notizie di “casa nostra”. Tutto questo viene fatto da persone che spesso non hanno la cittadinanza italiana o che non hanno tutti i requisiti richiesti dalla normativa italiana per svolgere il mestiere di giornalista, non hanno l’iscrizione all’Albo dei Giornalisti e tanto meno tutele sindacali. Da ieri è partito un percorso che ha come obiettivi quelli di arrivare ad un riconoscimento di queste professionalità e soprattutto dare delle tutele sindacali. Perché ogni lavoratore ha diritto ad avere tutele. Portavoce di questo gruppo di colleghi stranieri è Monica Calvache della Revista Vision Latina, che ha accompagnato all’incontro decine di colleghi. Il presidente dell’Associazione Lombardia dei Giornalisti Paolo Perucchini, i colleghi della Alg Anna Del Freo (che fa anche parte della segreteria Fnsi) Beppe Ceccato a Massimiliano Saggese hanno raccolto una serie di spunti che saranno approfonditi per cercare un strada con la quale dare delle risposte concrete.

Vedi Anche

green pass lavoratori 15 ottobre

Dal 15 ottobre obbligo green pass per qualsiasi lavoratore

Dalla pubblica amministrazione alle aziende private, dai liberi professionisti alle partite iva, il nuovo decreto …

Questo sito web utilizza i cookie. Utilizziamo i cookie per personalizzare i contenuti e gli annunci, fornire le funzioni dei social media e analizzare il nostro traffico. Inoltre forniamo informazioni sul modo in cui utilizzi il nostro sito ai nostri partner che si occupano di analisi dei dati web, pubblicità e social media, i quali potrebbero combinarle con altre informazioni che hai fornito loro o che hanno raccolto in base al tuo utilizzo dei loro servizi. Maggiori Informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi